Credono
nella nostra mission:

Finestre Sul Tempo

Ideazione e progetto: Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Sviluppo: Studio Evil
Engine: Unity

L’installazione è stata realizzata per la mostra interattiva EXPONENDO Prima, dopo, sotto, sopra Expo Milano 2015 (19 settembre 2014 - 30 aprile 2015) per scoprire le Esposizioni Universali del passato e avere spunti di anteprima sull’evento di Milano con particolare riferimento alla dimensione tecnologica. Finestre Sul Tempo è dedicata ai bambini e  ai ragazzi e permette di compiere un divertente viaggio nel tempo e nello spazio attraverso sei expo universali storiche. La sfida è stata quella di raccontare in maniera leggera e divertente sei storie attraverso documenti storici.

COMPAGNI DI VIAGGIO UNA BANANA, UNA MELA, UNA TESTA D’AGLIO E UNA PANNOCCHIA
L’installazione interattiva si presenta come una torre a sei lati, quattro dei quali integrano un grande monitor verticale.  Il giocatore, avvicinandosi al monitor, osserva, come se si trovasse alla finestra, un mondo virtuale comune e condiviso da tutti i giocatori. All’interno di questo mondo il giocatore viene accolto da uno dei quattro avatar disponibili (le mascotte di Foody, personaggio disegnato dalla Disney per l’Expo Universale: Max Mais, Guagliò, Josephine e Pomina) che, grazie ad una  telecamera, può essere spostato con i movimenti del proprio corpo. Spostando il proprio avatar, il giocatore si sposta lungo una timeline che riporta sei tappe corrispondenti alle seguenti expo universali storiche: Parigi 1889, Milano 1906, Chicago 1933, New York 1939, Bruxelles 1958, Shangai 2010.

Quando l’avatar del giocatore raggiunge una tappa, il mondo virtuale prende vita e, come in un libro a pop-up, appaiono immagini 3D, immagini storiche e infografiche che raccontano gli eventi, le tecnologie, le arti e le strutture che hanno reso celebre quella Expo.

Il mondo di gioco, condiviso da tutti i giocatori, aumenta il senso di compresenza tra gli stessi grazie alla presenza sullo sfondo del plastico dell’immagine del giocatore contrapposto in modo che i giocatori si possano vedere in volto mentre giocano, rendendo l’esplorazione un’esperienza di gruppo.

COME FUNZIONAE COME LO ABBIAMO REALIZZATO
Finestre Sul Tempo è sviluppato con Unity e il software risiede su un unico computer che gestisce quattro partite simultanee visualizzate su quattro monitor differenti. Lo spostamento del giocatore viene letto da una telecamera posizionata di fronte al giocatore e, grazie ad un software di face recognition, il sistema è in grado di distinguere il viso di una persona rispetto al fondale e di leggerne i movimenti in uno spazio tridimensionale. Questa parte di sviluppo è stata una sfida non solo dal punto di vista tecnologico ma anche di interaction design: dovevamo trovare un modo molto accessibile ed immediato per far interagire il giocatore con il proprio avatar; il personaggio infatti doveva poter essere mosso in avanti, indietro e ricevere un comando per confermare le scelte durante il gioco. Inizialmente abbiamo implementato il “salto”, ossia il giocatore per dare conferma di una propria scelta all’interno del gioco (ad esempio per consultare una tappa sul percorso) doveva saltare sul posto. Ci siamo accorti quasi subito che questa scelta comportava diversi problemi poiché il frame rate della scansione della telecamera era piuttosto basso e non sempre interpretava i frame del salto correttamente. Dopo molti test, abbiamo implementato una modalità molto utilizzata ad esempio nei videogiochi comandati con il Kinect di Microsoft, ossia la conferma di una opzione restando fermi per alcuni secondi sul “pulstante” dell’interfaccia virtuale all’interno del gioco. Questa soluzione ha proprio funzionato!

Tutte le immagini e i contenuti sono © Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, 2015


Share |

di Luca Roncella

Finestre Sul Tempo Finestre Sul Tempo Finestre Sul Tempo Finestre Sul Tempo Finestre Sul Tempo Finestre Sul Tempo

L'uomo dietro al videogame

Finestre Sul Tempo

Luca Roncella lavora come Interactive Producer e Applied Game Designer per il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano.

Medaglie

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.