Credono
nella nostra mission:

ll Cibo è Vivo? [Is Food Alive?]

Ideazione e progetto: Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Sviluppo: DTales
Engine: Unity
Genere: Simulazione
Sotto-genere: Life sim

Il Cibo è Vivo? è una simulazione realizzata per la nuova esposizione permanente dedicata alla scienza e alla tecnologia dell’alimentazione #FoodPeople inaugurata il 22 Aprile 2015 al Museo. Fino a sei giocatori collaborano con l’obiettivo di far crescere, dal seme al raccolto, una pianta di uva e un campo di grano.

GUARDA MAMMA LA PIANTA SI E' AMMALATA!
Obiettivo dell'installazione è quello di far sperimentare ai visitatori l'esperienza di far nascere e crescere una pianta di vite e delle piante di grano in 4 minuti avendo a disposizione 1 metro quadrato di terra iniziando dalla lavorazione del terreno e la semina e passando attraverso le fasi di coltivazione e cura utilizzando fertilizzanti, biostimolanti, agrofarmaci, irrigazioni.
Quasi un anno di coltivazione è stato compresso in una simulazione real time che si basa su dati scientifici sia per quanto riguarda le fasi fenologiche delle piante sia per quanto riguarda i parametri di crescita e di produttività. Il visitatore in 4 minuti può scoprire a proprie spese quanto sia difficile e impegnativo far crescere una pianta e quante siano le variabili in gioco che possono influire sul risultato finale.
La simulazione che si basa su modelli matematici, deve gran parte del suo fascino alla renderizzazione delle piante nelle varie fasi di crescita in 3D real time con la tecnica del time lapse: in pochi minuti e in tempo reale il giocatore può assistere alla germinazione della pianta dal seme, all’emergenza fino alla maturazione, prendendosene cura somminstrando gli agrofarmaci quando malata o il fertilizzante nelle fasi particolarmente delicate.

COME E' FATTO L'ALLESTIMENTO
L'installazione è composta da 2 touch screen orizzontali da 44'' che simulano un metro quadrato di terra e da un monitor di 55'' sul quale i giocatori possono assistere in tempo reale alla crescita delle piante fino al raccolto. L'interfaccia di gioco multitouch disposta su tre lati consente di giocare in modalità collaborativa fino a 6 persone (max 2 per lato).

CURIOSITA'
E’ un piccolo dettaglio, che forse pochi giocando coglieranno: le radici della pianta del grano, che iniziano a svilupparsi pochi secondi dopo avere seminato e fino all’emergenza della pianta, sono generate proceduralmente con un algoritmo secondo un modello matematico che imita la natura. Questo significa che ad ogni partita, le radici si svilupperanno in maniera differente sia come forma, dimensioni e proporzioni, proprio come succede in natura.

Tutte le immagini e i contenuti sono © Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, 2015


Share |

di Luca Roncella

ll Cibo è Vivo? [Is Food Alive?] ll Cibo è Vivo? [Is Food Alive?] ll Cibo è Vivo? [Is Food Alive?] ll Cibo è Vivo? [Is Food Alive?]

#FoodPeople

Al Museo della Scienza di Milano la mostra per chi ha "fame" di innovazione.

L'uomo dietro al videogame

ll Cibo è Vivo? [Is Food Alive?]

Luca Roncella lavora come Interactive Producer e Game Designer per il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano.

Medaglie

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.