Credono
nella nostra mission:

Metroid

Medaglia Valore storico

Versione GameBoy Advance - Metroid [NES Classics]

“Noi cacciatori di taglie siamo soli nell'universo infinito, pronti a tutto per svolgere il nostro lavoro, anche a dare la vita. Soli... con un grido di riscatto rivolto ad un mondo avverso.”

20X5: LA SCOPERTA DI UNA NUOVA FORMA DI VITA
La Federazione Intergalattica ci affida un lavoro sporco. Porre fine agli assurdi esperimenti dei Pirati Spaziali. Test condotti su una nuova forma di vita ribattezzata Metroid hanno rivelato che questi esseri biologici sono capaci di generare un potenziale incredibile di energia, potenziale da cui ovviamente i Pirati Spaziali vogliono trarre benefici per le loro brame di conquista dell'universo. Allora io, Samus Aran, parto alla volta di Zebes, un pianeta oramai disabitato, nella quale rientrerò a contatto con le antiche statue Chozo, create dalla medesima razza che mi ha allevato dopo la scomparsa dei miei genitori.

SOLI CONTRO TUTTO E TUTTI
Pur non presentando la tipica suddivisione a schermate consecutive, possiamo dire che Metroid rientra nel genere Platform. Il gioco è interamente ambientato in un claustrofobico mondo da esplorare, pieno di cunicoli, passaggi segreti e zone che si sbloccheranno man mano che entreremo in possesso dei potenziamenti per l’armatura del nostro alter-ego.
Samus Aran, protagonista e unico personaggio “umano” del gioco, è infatti dotata di una speciale Power Suit che le permette (tra le tante cose) di trasformarsi in una sfera, di sparare o di lanciare missili.

LA RIGOGLIOSA NATURA ALIENA
Graficamente Metroid presenta un character design unico e inconfondibile, nella rappresentazione del protagonista, ma soprattutto nella creazione dei nemici e degli ambienti di gioco.
Si passa da luoghi freddi e asettici ad altri rigogliosi e pieni di vita aliena ostile, con una paletta cromatica varia ed esaltante.
Il superbo e variegato level design è probabilmente l’aspetto più curato (insieme ai Power-UP) proprio per evitare di rendere noioso il continuo ripercorrere gli stessi ambienti per esplorare l’intero mondo di gioco.

LO SPAZIO INFINITO E I SUOI PIANETI ESPLORABILI
Giocando a Metroid la tensione è palpabile mentre ci si appresta ad esplorare una nuova zona.  L’ansia, la meraviglia, e soprattutto la trepidazione per il prossimo Power-Up da agganciare alla nostra armatura cibernetica, sono le principali sensazioni che uno dei più importanti titoli proposti dalla Nintendo riesce ad insinuare nel giocatore.
Questo è il risultato di un attento lavoro che ha portato a cesellare ogni minimo particolare, dalla grafica alle musiche, dalla risposta dei comandi all' esplorazione.

METROID ZERO MISSION
Uscito per Nintendo Entertainment System nel 1986, il titolo in esame è stato poi riproposto nella collana NES Classic per Game Boy Advance e più di recente è apparso sulla Virtual Console del Wii.
Nel 2004 il remake (chiamato Metroid Zero Mission) sempre per la piccola console portatile a 16-bit della Nintendo, porta Metroid ai fasti 2D delle nuove generazioni con uno stile grafico perfettamente allineato con le produzioni odierne.
Oltre alla trama principale, che viene narrata da scene animate completamente nuove, viene aggiunta una missione finale in cui vedremo Samus Aran privata della Power Suit e armata solamente con una semplice pistola paralizzante a ricarica.
Così facendo Metroid si trasforma, passando da un titolo platform-action a stealth, arricchendo il gameplay e mostrandoci le avventure della nostra eroina solitaria da un altro punto di vista.
Una piccola chicca per i fan è l'inserimento dell'edizione originale, sbloccabile finendo il gioco.

Non resta altro da aggiungere se non che Metroid è una delle pietre miliari che costituiscono le fondamenta del mondo dei videogiochi così come lo conosciamo.

Share |

di Mirko Di Pasquale

Metroid Metroid Metroid Metroid Metroid Metroid Metroid Metroid

Metroid - Longplay

La prima missione di Samus Aran.

L'uomo dietro al videogame

Metroid

Gunpei Yokoi (1941 - 1997) nasce a Kyoto, Giappone. Inizia a lavorare per Nintendo nel 1965, occupandosi della manutenzione degli impianti che producevano le carte da gioco Hanafuda (all'epoca la compagnia ancora non sviluppava software). Pare che sia il presidente della società, all'epoca Hiroshi Yamauchi, a notare, durante la visita ad uno stabilimento, un interessante giocattolo costruito da Gunpei nel tempo libero. Venne così assegnato all'area progettazione, dove negli anni ebbe modo di dar sfogo al suo talento.
Gunpei Yokoi è noto non solo per aver ideato serie di successo come Metroid e Kid Icarus, ma anche per aver inventato i Game & Watch, la Croce Direzionale dei joypad e il Game Boy. Nonostante i grandi successi, la sua carriera termina con il Virtual Boy, uno dei più grandi flop commerciali di Nintendo.
Scompare nel 1997 in seguito ad un incidente automobilistico.

Medaglie

Medaglia Valore storico

Valore storico

Metroid è uno dei più importanti videogame del Nintendo 8-bit. Oltre che per la sua giocabilità, lo si ricorda per il suo design e per la capacità di trasmettere al giocatore un forte senso di ricerca e di esplorazione.

Videogame Correlati

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.