Credono
nella nostra mission:

Atlantis +Cam

Chi non ha mai avuto il desiderio di osservare cosa accade nella propria casa quando si è fuori in vacanza o al lavoro? Oppure verificare se nel proprio ufficio tutto procede come previsto?
L’acquisto e l’installazione di un sistema di videosorveglianza “fai da te” nella maggior parte dei casi scoraggia la gran parte delle persone;  il dover scegliere tipologia di impianto, prevedere la posa di canaline elettriche, configurare centraline di controllo, passare cavi e spostare prese sono operazioni non alla portata di tutti così come il contattare ed affidarsi ad un professionista può risultare decisamente oneroso.
Per venire in aiuto alle esigenze di chi vuole un sistema di videosorveglianza senza però imbarcarsi in lavori e spese importanti ecco arrivare una interessante proposta di Atlantis: la telecamera CAM+.

IL PRODOTTO
Sin dalla confezione la CAM¬+ si presenta come una soluzione semplice ed essenziale. In stile “Apple” la scatola contenente il dispositivo risulta piccola, leggera e compatta con tutto il materiale al proprio interno ben organizzato.
Il dispositivo una vola estratto risulta di dimensioni contenute e caratterizzato da un design pulito e discreto. I materiali plastici sono di buona qualità e trasmettono una sensazione di solidità e robustezza. Gli elementi snodabili sono invece realizzati in acciaio garantendo quindi durata e tenuta nel tempo.
All’interno della confezione oltre alla CAM+ troviamo un cavo di alimentazione e relativo trasformatore, un set di minuteria per l’ eventuale fissaggio a muro o soffitto, un flyer che funge da manuale d’ uso rapido ed un CD contenente la documentazione completa.
Una volta estratta la telecamera sarà sufficiente impostare un piccolo selettore posizionato sul retro sull’ opzione di setup, collegarla ad una presa elettrica e - nel caso non si disponga di una rete WIFI (supportati gli standard IEEE802.11 b/g/n con protezione WPA-PSK /WPA2-PSK ) o si desideri usare un connettore RJ45 – collegare il dispositivo ad un cavo di rete.
La CAM+ in modalità setup risulterà visibile fra le reti accessibili dai vari dispositivi, e quindi disponibile per essere configurata sia tramite PC sia per mezzo di un qualsiasi device mobile. Le informazioni necessarie per iniziare a trasmettere video ed audio sono basilari e, nel caso si opti per l’ utilizzo di una rete WIFI si limitano alla selezione della connessione da usare ed all’ inserimento, se necessario, delle credenziali di accesso.
La semplicità di installazione della CAM¬+ e davvero notevole, Atlantis ha fatto un ottimo lavoro di semplificazione dei passi necessari sia per la connessione ad Internet sia per la gestione delle procedure necessarie all’ avvio del sistema. Nella nostra prova dall’ estrazione del prodotto dalla confezione alla visione del primo streaming video abbiamo impiegato solo 6 minuti usando semplicemente un cellulare Iphone come interfaccia di collegamento.
Una volta avviata la CAM per poter visionare le immagini trasmesse sarà necessario utilizzare degli appositi software prodotti da terze parti, nello specifico il programma Seedonk (http://www.seedonk.com) nel caso si voglia usare un PC od un MAC o l’app iSecurity+ nel caso si opti per una visione su device Android o Apple.
Le APP ed i programmi risultano semplici ed abbastanza performanti, non abbiamo rilevato alcun problema nell’ utilizzo di Seedonk mentre siamo incappati in alcuni problemi di connessione e crash usando l’app iSecurity+ su device Apple.
Segnaliamo comunque che iSecurity+ è in continuo aggiornamento ed il supporto tecnico di Atlantis ci ha confermato la risoluzione dei BUG alla base dei problemi oltre all’ introduzione di nuove funzionalità nel prossimo futuro.

IL TEST
Nei nostri test ci siamo soffermati sulla visione e gestione della CAM¬+ attraverso telefoni cellulari essendo la fruibilità mobile uno dei punti di forza del prodotto. Sia in rete WIFI sia attraverso una connessione 3G il sistema si è comportato bene fornendo uno streaming video di qualità ed un audio discreto.
Nello specifico mentre il comparto video si è attestato su livelli decisamente buoni per un prodotto della fascia di prezzo della CAM+ il comparto audio ha evidenziato dei settaggi sbilanciati con un volume di registrazione ambiente troppo alto, elemento questo che ha introdotto del fastidioso e continuo rumore di fondo in fase di ascolto dello streaming.
Contattati in merito i tecnici Atlantis ci hanno comunicato che nelle prossime release del firmware del prodotto sarà prevista l’introduzione sia di una migliore calibratura audio ambientale sia l’inserimento della possibilità via App di regolare la sensibilità del volume e cancellare l’eventuale effetto eco.
Per quanto riguarda la risoluzione video la CAM+ supporta streaming nei formati 640×480, 320×200 e  160×120 permettendo di impostare da remoto la risoluzione desiderata al fine di garantire un frame rate accettabile anche in caso di connessioni non performanti. Non è presente – per ora – purtroppo un automatismo in tempo reale in grado di adattare la risoluzione alle performance della rete, operazione che richiede quindi un intervento manuale per decidere quale sia il compromesso migliore fra qualità video e velocità di trasmissione.
Entrando nei tecnicismi le ottiche montate sulla CAM+ sono delle F2.0, 4.0mm in grado di garantire una buona resa anche in ambienti poco illuminati. Il sensore 1/4″ Progressive CMOS risulta all’altezza della situazione gestendo in maniera corretta colori e gradienti. L’illuminazione per il funzionamento in notturna vede l’utilizzo di 8 led da 880nm che consentono delle performance discrete anche se si rileva l’introduzione di numerosi artefatti e rumore di fondo nelle registrazioni in ambienti veramente bui.
La prova a cui abbiamo sottoposto la CAM+ ha previsto l’uso continuativo per un mese del dispositivo utilizzando come “attore” il cane di casa per verificare il funzionamento del device. A livello tecnico la CAM+ si è comportata egregiamente rivelando un angolo di registrazione adatto ad appartamenti e piccoli uffici permettendo un buon monitoraggio senza richiedere l’installazione della telecamera a muro o soffitto ma appoggiandola semplicemente su una mensola o un ripiano.
Nelle riprese in ambiente illuminato abbiamo ottenuto i migliori risultati mente nelle riprese notturne siamo incappati in immagini sgranate ma comunque accettabili per l’uso di “videosorveglianza” a cui è rivolto il prodotto.
Per quanto concerne il servizio di “monitoraggio” - funzionalità che prevede il pagamento aggiuntivo di un canone – abbiamo rilevato un buon funzionamento nelle riprese in ambiente luminoso mentre sono stati svariati i “falsi allarmi” rilevati durante le riprese notturne dovuti quasi sicuramente alla presenza di rumore nelle riprese.

La qualità della Atlantis CAM+ è risultata al di sopra delle aspettative. Si tratta di un prodotto compatto e performante semplice da utilizzare ed adatto sia ad un uso casalingo che semi professionale. I continui aggiornamenti firmware e software sono garanzia di assistenza e continuità nella volontà di migliorare nel tempo un dispositivo comunque già buono.Consigliata a chiunque voglia controllare casa od ufficio senza perdere tempo in complicate installazioni e configurazioni investendo una spesa minima (prezzo di listino 89,90€ ) per una resa di buona qualità.

Share |

di Mauro Monti

Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam Atlantis +Cam

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.