Credono
nella nostra mission:

Logitech Harmony 1100

Attualmente un utente medio ha installati in casa almeno un televisore ed un lettore/videoregistratore (DVD/VHS), oltre ad uno stereo/radio. Mentre un utente “esperto” può vantare anche una o più console, un qualche decoder, un sistema surround, un televisore aggiuntivo e magari anche un impianto di condizionamento.
Ecco quindi che l’essere sommersi da telecomandi è decisamente più facile di quanto si pensi, così come il ritrovarsi spesso alla ricerca di quello giusto o della giusta combinazione di tasti per accendere il dispositivo desiderato. Per tentare di porre rimedio alla situazione Logitech ha negli anni proposto vari dispositivi “universali” in grado di gestire tutti gli apparecchi presenti in casa e l’Harmony 1100 si presenta come la nuova punta di diamante tra queste soluzioni.
Touch screen a colori su uno schermo da 9 cm (3,5 pollici), help online interattivo, oltre 225.000 dispositivi relativi a 5.000 marche già configurati e memorizzati, possibilità di personalizzare colori, sfondi e pulsanti… questi alcuni dei numeri dell’Harmony 1100 ai quali noi aggiungiamo una buona facilità di utilizzo che permetterà a chiunque entri in salotto di poter visionare un programma TV senza dover chiedere “l’intercessione” del proprietario per capire come fare. Per non parlare di un deciso contributo all’armonia familiare dato che le “discussioni” con la propria compagna su: ”l’amplificatore nuovo che hai preso è complicato da usare” non avranno più alcuna ragion d’essere.

TATTO E VISTA
Essendo dedicato ad un’utenza di fascia alta l’Harmony 1100 risulta anche dotato di un buon appeal visivo grazie al design curato ed ai materiali con cui è realizzato, resistenti ed adatti all’uso quotidiano per il quale è pensato. Bordi arrotondati, colore nero e scocca slim protetta da una guaina gommosa in grado di prevenire “scivolamenti” e cadute involontarie sono gli elementi che saltano maggiormente all’occhio appena si impugna il telecomando. Nel complesso il dispositivo risulta solido ed accattivante, in grado di integrarsi perfettamente nell’ambiente domestico anche se riposto sulla propria base di ricarica, realizzata in modo da occupare il minor spazio possibile.

UN CUORE DI SOFTWARE
Prima operazione da effettuarsi una volta aperta la scatola è quella di installare e configurare a dovere il software di gestione dell’Harmony 1100, vero cuore pulsante del telecomando senza il quale non sarà possibile utilizzare alcun dispositivo.
Il software fornito dal Logitech per configurare gli apparecchi insieme all’interfaccia stessa del telecomando rnon è però così semplice da padroneggiare. Tutte le funzionalità sono definite tramite una sorta di wizard che partendo da una domanda iniziale porta passo passo l’utente a definire come si deve comportare il dispositivo nelle varie occasioni (visione dvd, gioco, musica, ecc..). In un epoca dove tutto è “visuale” sarebbe sicuramente risultato più semplice ed intuitivo avere a disposizione una interfaccia drag&drop mediante la quale selezionare e configurare i vari pulsanti disponibili e le associazioni fra device. Trascinare l’icona del telvisore vicino a quella del decoder e del sistema surround per stabilire che i tre elementi debbano funzionare insieme sarebbe stato sicuramente più rapido che entrare in tre wizard distinti.
L’interfaccia di configurazione comunque risulta completa e permette, con un pò di pazienza, di personalizzare in maniera approfondita le funzionalità del telecomando anche grazie ad una guida online che nella maggior parte dei casi ha consentito di superare i problemi che si sono man mano presentati. Unico appunto è quindi da rilevarsi nella facilità e velocità di utilizzo che viene penalizzata dalla necessità di leggere e comprendere ogni volta quali passi siano necessari per arrivare al risultato voluto.

LA PRATICITA' DEL "TUTTO IN UNO"
La comodità di avere un unico dispositivo per poter controllare i numerosi apparati presenti nel proprio salotto e nella propria casa è sicuramente innegabile ed anche sotto l’aspetto della convenienza l’Harmony 1100 risulta essere vincente in quanto elimina definitivamente la necessità di dover cambiare e smaltire le numerose batterie dei telecomandi che và a sostituire. Ulteriore elemento degno di nota è dato dalla possibilità di tenere finalmente ordinato il salotto evitando che venga “invaso” da telecomandi ed affini.
Inoltre nel caso in cui nell’abitazione vi fossero anche utenti “non tecnologici” adottando un prodotto di questo tipo si evita di dover fornire “lunghe spiegazioni” su come fare per poter vedere anche semplicemente un canale televisivo; non tutti sono infatti avezzi ad effettuare operazioni sequenziali quali: accendere la TV, andare sull’uscita video corretta, attivare il decoder, selezionare il canale giusto del sistema surround.. il tutto usando quattro telecomandi con quattro disposizioni di tasti differenti; risulta sicuramente molto più semplice premere “Guarda TV” e lasciare che Harmony faccia tutto da solo.
Per gli amanti dell’ automatizzazione risultano poi possibili numerose combinazioni decisamente “sfiziose”: tutto ciò che è controllabile attraverso un telecomando ad infrarossi può infatti essere comandato dal sistema Harmony. La combinazione più complessa che abbiamo effettuato in fase di test e denominata “cinema estate” ha richiesto circa 10 minuti di setup al fine di affinare i controlli e raggiungere il risultato atteso. Nello specifico abbiamo fatto in modo che venissero avviati televisore, lettore blu-ray, impianto surround e condizionatore d’aria, andando poi a settare poi in automatico i canali desiderati e la temperatura dell’ambiente.

UNO NE CONOSCE MA CENTO NE SA
In un mercato invaso da migliaia di dispositivi diversi viene spontaneo chiedersi se i propri saranno gestibili tramite l’Harmony 1100 o se si rischia di effettuare un acquisto poi non utilizzabile. La risposta è rapida e semplice: nel caso il proprio device non sia già presente nel completo database presente nel software di configurazione sarà sufficiente direzionare l’Harmony verso il proprio telecomando ed avviare la procedura di “acquisizione tasti” andando in questo modo ad impostare la giusta lunghezza d’onda e tutte le funzionalità insite nel controller originale del nuovo dispositivo. Grazie a questo sistema di configurazione l’Harmony 1100 risulta praticamente compatibile anche in futuro con qualsiasi dispositivo venga immesso sul mercato.

CONTENUTO DELLA CONFEZIONE
All’interno della confezione di Harmony 1100 la dotazione è ridotta all’indispensabile. In particolare sono presenti: Telecomando Harmony 1100, Base di ricarica, Cavo USB, Alimentatore CA (con adattatore per prese UK), Batteria agli ioni di litio, CD di installazione, Guida rapida, Guida delle funzionalità. Si segnala la mancanza di un manuale completo per l’utilizzo del telecomando, in quanto tutto è demandato alla guida online ed ai wizard correlati.

Schermo luminoso ed ampio, icone personalizzabili, struttura solida ed accattivante, funzionalità “infinite”: questi i punti di forza del sitema Harmony 1100 che, previa una corretta e non sempre semplice configurazione, risulta essere sicuramente un acquisto interessante adatto in particolare a chi desidera avere in casa il Top della tecnologia e che dopo aver speso diverse migliaia di euro per avere un sistema home cinema di alta qualità non ha problemi ad acquistare un telecomando da 500 euro.

Share |

di Mauro Monti

Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100 Logitech Harmony 1100

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.