Credono
nella nostra mission:

Pro Evolution Soccer 2012

Pro Evolution Soccer è la serie che ha portato le simulazioni calcistiche verso nuovi lidi, ma da qualche anno (almeno secondo la critica) è stata sorpassata da Fifa.
Per l’edizione 2012 era dunque logico aspettarsi che Konami cercasse di spingere il proprio brand promettendo di tornare in cima alle preferenze dei videogiocatori… Ma sarà davvero l’anno della svolta?

PER PALATI DIFFERENTI
Immediato e divertente, Pes 2012 può essere la scelta migliore per i giocatori meno esperti, che vogliono un gameplay relativamente semplice e in grado di permetterci di realizzare da subito azioni spettacolari. I compagni di squadra guidati dalla IA seguono bene l’azione, proponendosi per i passaggi e dando una mano decisiva in difesa.
Ci sono però delle caratteristiche che rendono questo ennesimo Pro Evolution Soccer meno adatto a chi è alla ricerca di una vera simulazione calcistica. La fisica del pallone (soprattutto nelle punizioni) è poco convincente, accentuando quella sensazione di trovarsi di fronte a un videogame dotato di una maggiore impronta arcade.
Come se non bastasse la nuova gestione delle collisioni tra i calciatori è mal realizzata e rende anche i contrasti più leggeri dei veri e propri scontri, con l’inevitabile caduta dell’avversario e il continuo e frustrante fischio dell’arbitro.

CHI ROVINA LA MAGIA?
L’impegno degli sviluppatori riversato nel creare meccaniche innovative come il sistema Off The Ball (utile per controllare il destinatario del pallone durante le rimesse o le punizioni) è stato anche quest’anno vanificato da una scarsa attenzione nell’intelligenza dei portieri, che sono poco reattivi e che troppo spesso si fanno sorprendere da palle relativamente semplici.

MI SEMBRA DI AVERLO GIA’ VISTO…
Dal punto di vista estetico non si notano particolari differenze rispetto alla passata edizione: le versioni virtuali dei calciatori sono pregevoli, ma le animazioni talvolta appaiono ancora slegate tra loro. Gli stadi sono realizzati con una discreta cura, ma ancora bisognerebbe lavorare per migliorare l’atmosfera sugli spalti.
Il commento affidato a Pierluigi Pardo e a Luca Marchegiani non è proprio dei migliori, sottotono e con alcuni momenti di imbarazzante silenzio. Per il resto il comparto sonoro si difende bene, con musiche accattivanti e ottimi cori da stadio.

Anche per l’edizione 2012, Konami conferma di orientarsi verso un gameplay immediato, adatto ai meno esigenti e quasi arcade. Provando a fondo Pes 2012 si nota che ci sono pochissime novità rispetto alla versione 2011, purtroppo non implementate nella maniera corretta.
Tra i maggiori difetti è impossibile non sottolineare ancora una volta l’inadeguatezza dei portieri, che troppo spesso influiscono negativamente sull’andamento della partita. A quando il ritorno ai fasti di un tempo?

Share |

di Emanuele Cabrini

DBGames

Gioco gentilmente offerto da

Pro Evolution Soccer 2012 Pro Evolution Soccer 2012

Videogame Correlati

GameSearch.it per i genitori

PEGI 3 PEGI Online Game

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.