Credono
nella nostra mission:

Banjo-Kazooie

Nell'ormai lontano 1998, dopo il rivoluzionario Super Mario 64, un altro platform stava per spodestare l’idraulico baffuto dal suo trono. Un videogioco che migliora e perfeziona la magica formula proposta per la prima volta da Nintendo.
Parliamo di Banjo Kazooie, un titolo nato dalla collaborazione tra la Grande “N” e Rare, collaborazione portata avanti dai tempi della console Nintendo Entertainment System. 

UNA STREGA MALVAGIA
Un giovane e avvenente orso di nome Banjo sta sfidando a carte l’amico Kazooie (appartenente a una specie di volatili denominata Breegull) e la talpa Bootle.
Nel frattempo Tootie, la sua giovane sorellina, è intenta a raccogliere fiori nel giardino e purtroppo non può accorgersi che una strega brutta e malvagia la sta osservando attraverso un calderone magico.
L’obiettivo della perfida Gruntilda è quello di recuperare la giovinezza perduta e per farlo le occorre una bella ragazza; senza perdere ulteriore tempo prezioso, la strega inforca la scopa e si precipita proprio verso l’inconsapevole Tootie.
Improvvisamente Banjo, sentendo delle urla provenire dal cortile, spalanca la porta e rimane impietrito vedendo la strega che rapisce e fugge con la povera sorella. Cercando di non perdersi d’animo il nostro eroe infila Kazooie nello zaino (porteremo il volatile proprio sulle nostre spalle!) e senza esitare parte alla volta della torre maledetta.

MILLE MONDI PIU’ UNO
Banjo Kazooie si presenta come un platform 3D canonico, con una HUB (mappa) centrale nella quale troviamo la torre della strega, circondata da un giardino, e la casa di Banjo. Da qui, tramite delle porte magiche che nel corso dell’avventura si apriranno recuperando alcuni pezzi  di puzzle, avremo accesso ai vari livelli, tutti molto ben realizzati e con picchi di level design ammirabili.
Si passa da ambientazioni innevate, a un paese pieno di clichè Horror; da una montagna abitata da formiche, a un deserto misterioso fino ad arrivare a Clic Clock Wood, una piccola perla di cui non vogliamo anticiparvi nulla.

BANJO E KAZOOIE, FRATELLI COLTELLI
L’orso protagonista del titolo Rare è il classico bonaccione un po' tontolone, pronto ad aiutare gli altri in qualsiasi momento.
Kazooie invece è un comprimario acido, sempre pronto a controbattere con battute argute e piene di spirito. Insieme formano una coppia tra le più strampalate mai viste.
Oltre all'incredibile duo vi sono poi altri personaggi degni di nota: il già citato Bottle, una talpa sempre pronta a dare buoni consigli, e Mumbo Jumbo, uno stregone che (a pagamento) ci farà assumere le sembianze di altri animali così da poter superare alcuni particolari ostacoli.
Vi sono inoltre altri personaggi e numerosi i nemici che insieme contribuiscono a creare un mondo vivo e credibile.

NOTE, FAVI, PUZZLE E JINJO
Con Banjo Kazooie avremo veramente di che sbizzarrirci, tra la raccolta delle note per aprire particolari porte, la ricerca dei favi del miele per aumentare l'energia del nostro duo, o la raccolta dei cinque Jinjo (una sorta di pterodattili in miniatura) nascosti in ogni livello.
In questo modo gli sviluppatori sono riusciti a creare una formula di gioco che non annoia mai, alternando fasi di esplorazione e raccolta a mini-games molto vari e in linea con il contesto: corse, boss fighting, quitz, e tante altre idee
.

CHE MUSICA MAESTRO!
Un ulteriore aspetto decisamente azzeccato è il comparto musicale. Melodie orecchiabili, rumori giocosi, e voci onomatopeiche (come ad esempio il tipico “bzz” delle api) rendono il titolo ancora più affascinante.
I suoni e le melodie sono inoltre così accattivanti da scolpirsi nella memoria del giocatore.

Riprendendo le ottime basi introdotte dal grande Super Mario 64, Banjo Kazzoie è un piccolo miracolo videoludico, farcito di varietà, simpatia e tanto carisma.

Share |

di Mirko Di Pasquale

Banjo-Kazooie Banjo-Kazooie Banjo-Kazooie Banjo-Kazooie Banjo-Kazooie Banjo-Kazooie

GameSearch.it per i genitori

PEGI 3

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.