Credono
nella nostra mission:

Phoenix Wright: Ace Attorney Trials And Tibulations

Phoenix Wright: Ace Attorney Trials and Tribulations è il terzo episodio di questa famosa serie, inspiegabilmente giunto in Europa dopo l’uscita del quarto capitolo.
Il gioco ci vede  per l’ultima volta vestire i panni del giovane avvocato Phoenix Wright e dunque non ci resta che andare a scoprire come Capcom ha realizzato il finale di questa splendida serie.

IL SOLITO SISTEMA
Come sempre il primo caso ci sarà utile per prendere nuovamente confidenza con il collaudato sistema di gioco; ricorderemo, insieme al nostro alter ego virtuale, il secondo processo a cui prese parte la oramai defunta Mia Fey.
Ace Attorney Trials and Tribulations mantiene la struttura a episodi, suddivisi tra il processo e la raccolta di informazioni. Ancora una volta sapremo subito chi si nasconde dietro ogni crimine e saremo quindi chiamati a smascherare i testimoni e provare l’innocenza dei nostri assistiti, seguendo una trama coinvolgente e ricca di pathos.
Ad ostacolarci ci sarà questa volta il nuovo ed enigmatico Procuratore Godot che si rivelerà presto un’ottima nemesi, sia per stile che per personalità.
Chi avrà già affrontato i precedenti episodi non troverà nessun cambiamento per quel che concerne il sistema di controllo: nello schermo superiore si potrà leggere la narrazione, mentre interagendo con quello inferiore potremo far proseguire i dialoghi, accedere al Registro Processuale per verificare le prove raccolte, o gridare “Un attimo”, funzione utile per analizzare al meglio le frasi dei testimoni.
Anche in questo terzo episodio lo scopo sarà quello di presentare una serie di prove atte ad evidenziare gli “errori” dei testimoni. Resta inalterato il limite di cinque errori, oltrepassato il quale perderemo il caso.
Lo stile a schermate fisse, incentrato sulle espressioni dei protagonisti, ed il tratto tipicamente Manga è lo stesso che gli appassionati di questa serie hanno imparato ad amare. Ancora più forte in questo episodio è l’umorismo e la caratterizzazione dei personaggi, prima su tutte quella del procuratore Godot.
L’audio si attesta in linea con i vecchi capitoli, con punte di eccellenza ed alcuni tocchi emozionanti.

ORMAI COLLAUDATI I LUCCHETTI PSICHICI, COSA SI AGGIUNGE?
Dato che in ogni capitolo ci deve sempre essere l'innovazione, vi assicuriamo che la storia di questo gioco vi stupirà anche grazie alla possibilità di viaggiare tra passato (nei ricordi di Mia Fey) e presente (con il caro Phoenix). Ciò permetterà di far dipanare pian piano la nebbia che avvolge la trama globale sino ad arrivare, tra un colpo di scena e una rivelazione, al fantastico finale.

Nonostante la carenza di innovazione dal punto di vista strettamente ludico, Phoenix Wright: Ace Attorney Trials and Tribulations è il finale perfetto per la storia dell’amato avvocato Phoenix. Composto da cinque casi, uno in più dei precedenti, ci terrà incollati al Nintendo DS per svariate ore.
Imperdibile per i fans.

Share |

di Mirko Di Pasquale

Phoenix Wright: Ace Attorney Trials And Tibulations Phoenix Wright: Ace Attorney Trials And Tibulations

Vuoi promuovere il tuo canale You Tube?

Video-commenta la nostra recensione e segnalaci il tuo filmato!

GameSearch.it per i genitori

PEGI 12 PEGI Linguaggio scurrile - Gioco che contiene espressioni volgari PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.