Credono
nella nostra mission:

Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition

Medaglia Per tutta la famiglia

Nel suo anno di vita Disney Infinity ha saputo posizionare una solida base, fra starter pack ed espansioni varie (personaggi, playset, gettoni e quant'altro). A settembre 2014 passa il testimone al suo seguito/espansione Disney Infinity 2.0: Marvel Super Heroes, sviluppato da Avalanche Software e pubblicato da Disney Interactive Studios.

Un 2.0, e non un semplice 2, troneggia sulla ricca confezione del gioco. Questa intelligente titolazione riconosce la sua natura di ‘more of the same’ ed al tempo stesso si offre come versione aggiornata ed espansa del precedente. La continuità promessa al tempo del primo Disney Infinity, con la sua espansione infinita, viene cosi mantenuta. Tutte le statuine ed i gettoni acquistati in passato sono compatibili col nuovo gioco, e finalmente salendo di livello i personaggi possono migliorare i propri poteri. Gli alberi delle abilità presentano diverse biforcazioni e, oltre a potenziare le statistiche, sbloccano nuovi attacchi e abilità esplorative (come il super salto). Questo accresce il rapporto fra il giocatore e la statuina in suo possesso, i cui dati di gioco configureranno un personaggio differente da quello degli altri. 

La Scatola dei giochi ora è più ricca ma al tempo stesso molto più immediata da gestire, rispetto al passato. La gestione degli oggetti è più semplice, e si possono utilizzare diversi facilitatori. Si può costruire manualmente il tracciato di una pista, per fare un esempio, oppure lasciare che sia generato casualmente in pochi istanti. Similmente agiscono i costruttori, i quali una volta posizionati realizzeranno una ambientazione relativa al loro scenario di gioco. Grazie alla rinnovata accessibilità dei tools di costruzione ora è molto più veloce e immediato generare dei propri mondi, invece che limitarsi a scaricare quelli realizzati da altri giocatori (attività che è comunque sempre possibile, ed anzi incentivata). Altre ottime aggiunte sono il collegamento fra diverse Scatole dei giochi – realizzabile in un istante grazie al posizionamento di specifiche porte – e la creazione di ambienti interni (o per meglio dire INterni, con rimando alle iniziali del gioco). È possibile creare saloni da ballo, rifugi segreti per supereroi, postazioni di comando e qualsiasi altra cosa; è presente perfino il passaggio segreto nel caminetto, con attivazione regolabile. Tantissimi gli oggetti sbloccabili, con anche qualche chicca per appassionati (nomi come Darkwing Duck dovrebbero risvegliare i ‘disneyani’ di lunga data), così come tantissime sono le modalità di gioco realizzabili attraverso particolari attivatori. Questa mole di contenuti è fortunatamente gestita molto meglio che in passato, così che non ci sia più il rischio di tagliare fuori dalla creazione i più piccoli, e tutti coloro che non possono o vogliono imparare a gestire un editor completo.

Anche sul versante dei singoli mondi di gioco (nella confezione è incluso quello degli Avengers, mentre in due pack separati sono venduti quelli di Spider-Man e Guardiani della Galassia, con relativi personaggi) le migliorie sono evidenti. Maggiore varietà di azione, missioni più lunghe e differenziate, livelli interni come fogne o complessi di ricerca e combattimenti meglio organizzati. Il tutto continuando ad offrire libertà di esplorazione e movimento, incentivata anche dai differenti collezionabili che sbloccano bozzetti e non solo. I playsets continuano a rimanere accessibili esclusivamente per i personaggi di quel mondo, ma ora sono possibili alcune eccezioni: la raccolta di specifici collezionabili consente ad un determinato personaggio di raggiungere ambienti diversi dal suo. Nonostante queste eccezioni dispiace constatare come a molti personaggi siano preclusi i vari playsets, mossa che non sprona all’acquisto di tali statuine aggiuntive, in vista anche del costo non indifferente.

Di Disney Infinity: Marvel Super Heroes preme più sottolinearne le migliorie, piuttosto che segnalare i difetti che si porta appresso, perché sono sostanzialmente quelli del predecessore. Un lavoro di limatura però c’è stato, ed è percepibile. Questo videogioco dimostra come, alle volte, dei piccoli tocchi siano sufficienti per modificare l’impressione generale, così da proporre un titolo più accessibile, completo ed ‘user friendly’. Queste caratteristiche hanno anche liberato quel “sense of wonder” che deve per forza di cose costituire la base di un prodotto basato su cartoni animati e supereroi, e che ora è finalmente in grado di affascinare i giocatori con maggior efficacia. Siamo di fronte, per citare un titolo di Alberto Manguel, ad “Una stanza piena di giocattoli”.


Share |

di Francesco Toniolo

Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition

Trailer di annuncio di Disney Infinity 2.0

Gli eroi Marvel fanno il loro ingresso in Disney Infinity

L'uomo dietro al videogame

Disney Infinity: Marvel Super Heroes 2.0 Edition

John Vignocchi nasce nel 1976 in America. Inizia a lavorare nel mondo dei videgiochi nel 2000 presso Midway ricoprendo vari ruoli: dall'assistant producer al designer.
Dopo una breve parentesi a Vogster Entertainment entra nelle schiere di Disney Interactive per dedicarsi al progetto Disney Infinity.

Medaglie

Medaglia Per tutta la famiglia

Per tutta la famiglia

Disney Infinity: Marvel Super Heroes si presta anche per partite veloci in compagnia di amici e di tutta la famiglia.

GameSearch.it per i genitori

PEGI 7 PEGI Online Game PEGI Paura - Gioco che può allarmare o spaventare i bambini PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.