Credono
nella nostra mission:

God of War III

God Of War III conclude l’epopea di Kratos, l’eroe spartano che con le sue gesta è riuscito a salire nell’Olimpo degli dei.
Ma la furia per esser stato tradito da Zeus non può placarsi. Cosa succederà al nostro eroe?

IRA E TRADIMENTI
L’avventura riprende dalla scalata del monte Olimpo (iniziata al termine di God Of War II), e più precisamente su un enorme Titano chiamato Gaia. Ben presto però scopriremo di esser stati nuovamente traditi (proprio da questo enorme bestione) e allora la nostra ira non avrà più fine.
Che siano Titani o Dei, per Kratos nulla avrà più ragione di esistere, consumato dalla sete di vendetta, dal desiderio di sopprimere quel senso di angoscia che solca la sua anima.
E poi rimarrà solo il caos…

GAMEPLAY RODATO
Impianto narrativo a parte, God Of War III resta ancorato al passato per quanto riguarda i controlli e il gameplay. Avremo quindi numerose sezioni di button-smashing e quick time events, alternate da interessanti puzzle e da i soliti fantastici boss, che anche questa volta ci impegneranno a dovere.
Arrivati al terzo capitolo (quarto se contiamo anche God of War: Chains of Olympus uscito su PSP) si inizia però a sentire una certo ristagno del gameplay, sempre soggetto a qualche piccola imperfezione, che speravamo fosse stato sistemato ed ampliato.

GLI DEI PIU’ BELLI DI SEMPRE
Con le potenzialità della nuova console Sony il team di sviluppo ha potuto ricreare un mondo più bello e crudele che mai. Modelli poligonali solidi e perfettamente caratterizzati si muovono in un ambiente ricco di effetti e luci dinamiche che donano al tutto una nuova “realtà visiva”.
Come al solito il design dei livelli e le inquadrature strizzano l'occhio allo spettatore, con un taglio degno dei migliori film epici.
Dal punto di vista estetico God Of War III è un titolo decisamente appagante, con picchi di game-design nel finale che non hanno eguali.
Ancora una volta un’ epica colonna sonora ci accompagnerà lungo tutta l’opera. La soundtrack, ovviamente perfetta per accompagnare un titolo di questo calibro, si trova nell'edizione da collezione (un cofanetto a forma di Scrigno di Pandora) che comprende tre cd audio (uno per ogni titolo della serie) e i primi due God Of War rimasterizzati in HD.

PREGI E DIFETTI
L'ambientazione epica, la violenza visiva, e la trama sopraffina sono difficilmente paragonabili ad altre opere videoludiche di questo genere.
Ma possiamo dire che questo basta a rendere un titolo un capolavoro?Sinceramente crediamo che una serie videoludica di successo debba essere accompagnata da un gameplay capace di perfezionarsi e possibilmente innovarsi in ogni nuovo capitolo.
La saga di God Of War, pur essendo decisamente accattivante, a nostro giudizio soffre di alcune lacune che si trascina dietro sin dai primi episodi, come ad esempio la poca varietà del gameplay nei combattimenti contro i nemici comuni.
Considerata la bontà generale del titolo in esame, questi difetti possono sembrare delle piccolezze che tuttavia corrono il rischio di trasformarsi in pesanti macigni, soprattutto dopo quattro titoli tutti uguali.
Paradossalmente questa mancanza di innovazione viene attenuata dalla breve durata del titolo, che si attesta sulle otto ore di gioco per un videogiocatore esperto.

Come ci poteva aspettare God Of War III è un gioco che si conferma impeccabile dal punto di vista tecnico-qualitativo. Tuttavia i giocatori più esperti o di vecchia data potranno non digerire pienamente il gameplay, rimasto sostanzialmente invariato dal primo episodio.
Ma le gesta di Kratos si fermeranno davvero qui?

Share |

di Mirko Di Pasquale

God of War III God of War III God of War III God of War III God of War III God of War III

GameSearch.it per i genitori

PEGI 18 PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.