Credono
nella nostra mission:

Tekken 7

Medaglia Consigliato da GameSearch.it

Da più di 20 anni la serie Tekken delizia gli appassionati di picchiaduro. Tra alti e bassi è innegabile che sia oggi uno dei brand più apprezzati nel suo ambito e in effetti in questa generazione di console cominciava a farsi sentire la mancanza di un nuovo episodio. L'attesa è comunque terminata: a Giugno 2017 ecco arrivare su Xbox One, PlayStation 4 (versione provata) e Pc l'atteso Tekken 7.

ANCORA LUI
Chi segue Tekken dalle origini avrà occasione di notare che, anche questa volta, torneranno quasi tutti i lottatori più amati dai fan, mentre invece la storia continuerà a proporre lo scontro tra i membri della famiglia Mishima, capitanati dall'immortale (in senso lato) Heihachi e figli al seguito.
Poche novità quindi sul fronte narrativo, ma questo non è un problema dato che in un picchiaduro sono altre le caratteristiche che tengono gli utenti incollati al pad.
Da apprezzare il fatto che nella modalità "Galleria" sia possibile sbloccare tutti i filmati (intro e sequenze finali) di tutti i Tekken usciti fino ad ora (compresi i Tekken Tag Tournament) così da permettere anche al neofita di comprendere al meglio la vicenda.

TANTI MA NON TROPPI (FORSE)
Come da tradizione anche in Tekken 7 il parco dei personaggi tra cui scegliere è abbastanza folto, sebbene non così esagerato come nel precedente Tekken Tag Tournament. Ne risulta un buon bilanciamento tra i lottatori, evitando così la possibilità di poter scegliere tra guerrieri nettamente superiori ad altri, fattore che va a giovare sopratutto nelle partite contro gli amici e online. Si spera solo che tale equilibrio venga mantenuto anche in seguito e che i DLC che verranno pubblicati non smuoveranno l'ago della bilancia.

QUALCHE NOVITA' NEL GAMEPLAY
I picchiaduro recenti stanno cercando di svecchiare un po' il genere. Recentemente Injustice 2 ha introdotto la possibilità di modificare l'equipaggiamento dei combattenti con pezzi di armature che cambiano sensibilmente parametri quali la forza, la salute o la difesa. In Tekken 7 non si arriva a tanto (è possibile modificare l'aspetto dei lottatori senza però influire su altri fattori) ma almeno si segnala qualche novità per questa serie. Si comincia con la modalità Rage che si attiva ogniqualvolta saremo rimasti con poca salute: il nostro lottatore (vale anche per l'avversario) sarà circondato da un'aura rossatra che ci indicherà che potremo sferrare colpi leggermente più potenti (non molto, di circa il 10%).
Esiste poi la RageArt una sorta di "super" che permette di ribaltare le sorti dell'incontro: questa combinazione micidiale si attiva attraverso la pressione di alcuni tasti (diversa per ogni personaggio); in ogni caso per evitare di penalizzare il giocatore che ha dominato il match è bene precisare che la RageArt è una tecnica sì devastante ma che è comunque possibile parare o evitare.
Per finire il Rage Drive è una sorta di ulteriore potenziamento delle tecniche di base.
Spariscono alcuni aspetti che, nel capitolo precedente, avevano un po' infastidito gli appassionati: finalmente anche se si scaraventa l'avversario per aria non sarà più possibile eseguire combo interminabili che toglieranno tutta l'energia allaversario (caratteristica che rendeva il gioco quasi una sorta di ruota della fortuna in cui vinceva il primo che riusciva a mettere a segno un colpo).
Il risultato finale è un gameplay veloce, immediato e divertente che, tutto sommato, può dare soddisfazioni sia a chi non mastica picchiaduro sia agli utenti più esperti.

LA GRAFICA DI UNREAL
Tekken 7 cambia motore grafico e si affida ad Unreal con risultati tutto sommatto interessanti: i personaggi sono dettagliatissimi, ben animati e il gioco sembra restare ancorato ai 60 fotogrammi al secondo. Alcuni fondali non sembrano particolarmete ispirati: si sente ancora la mancanza delle belle atmosfere di Tekken 5.
Molto buono il comparto audio che permette anche di selezionare le musiche dei precedenti episodi della serie (così si accontentano anche i nostalgici).

In conclusione Tekken 7 è possibile considerarlo come uno dei migliori episodi della serie. I fan di vecchia data potrebbero sentirsi ancora legati a Tekken 3 o Tekken 5, ma questo settimo capitolo sarà sicuramente capace di conquistare nuove leve e far felici anche gli esperti.

Share |

di Emanuele Cabrini

Tekken 7 Tekken 7 Tekken 7 Tekken 7 Tekken 7 Tekken 7

Tekken 7 - Trailer

Un video ci mostra i combattenti di Tekken 7

L'uomo dietro al videogame

Tekken 7

Katsuhiro Harada nasce nel 1970 a Osaka, Giappone. Dopo gli studi in psicologia decide di lavore nell'industria dei videogame dove trova subito impiego presso Namco dove lavorerà (ricoprendo diversi ruoli) per i picchiaduro più noti della compagnia: Tekken e Soul Calibur.
In Tekken 7 ha svolto il ruolo di Executive Producer.

Medaglie

Medaglia Consigliato da GameSearch.it

Consigliato da GameSearch.it

Tekken 7 è uno dei migliori episodi della serie. Ideale per gli esperti ed in grado di divertire anche le nuove leve.

GameSearch.it per i genitori

PEGI 16 PEGI Linguaggio scurrile - Gioco che contiene espressioni volgari PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.