Credono
nella nostra mission:

Child Of Light

Medaglia Consigliato da GameSearch.it Medaglia Pensatore

Child of Light è un piccolo miracolo ordinario, come lo sbocciare di un fiore: a colui che vi dedica uno sguardo attento e paziente dischiude un mondo fatato. Realizzato dalla divisione canadese di Ubisoft, questo videogioco sfrutta il motore grafico degli ultimi due Rayman (Origins e Legends) per gettare le fondamenta di un gioco di ruolo 2D dalle tonalità fiabesche.

Protagonista dell’avventura è la piccola Aurora, figlia di un duca, nell’Austria di fine ‘800. Le vetrate del filmato introduttivo – con una soluzione che ricorda molto l’inizio del disneyano La Bella e la Bestia – presentano la storia della ragazzina, caduta vittima di un sonno mortifero da cui non può risvegliarsi, proprio come la sua omonima della Bella Addormentata. Questa apertura esplicita il tono del racconto: è una fiaba, e precisamente una fiaba al femminile. Nessun principe azzurro giunge a svegliare la bimba, è lei stessa a ridestarsi in un mondo fatato, la terra di Lemuria, dove una perfida regina malvagia ha rubato il sole, la luna e le stelle. Sarà la piccola Aurora dai capelli rossi a riportare la luce, mentre cerca di far ritorno dal suo amato padre?

Lungo il viaggio la fanciulla incontra – come in ogni fiaba che si rispetti – una lunga sequela di pericoli ed avversità, ma anche di aiutanti magici ed amici fatati. Questi ultimi si uniscono a lei, andando a comporre l’immancabile party dei giochi di ruolo e pronti ad affiancare la protagonista nelle sue battaglie. Aurora e i suoi buffi compari, oltre a conversare in rima, combattendo insieme salgono di livello, ottenendo punti abilità da distribuire su uno skill tree a triplice diramazione, contenente nuove abilità e potenziamenti di statistiche. Gli scontri coi nemici, pur non raggiungendo mai una difficoltà eccessiva, richiedono sempre un approccio corretto ed un minimo di strategia per essere superati. Bisogna tenere d’occhio le debolezze degli avversari, ma anche e soprattutto il ritmo dello scontro, fra la velocità degli attacchi e la possibilità di interrompere l’iniziativa nemica.

Graficamente Child of Light si esprime al meglio. Le ambientazioni sono ricche di dettagli e tutte permeate da quell’atmosfera di terra incantata che una storia così richiede. Lemuria sembra un qualche paese del re degli elfi, una dimora del folkloristico piccolo popolo, non senza però l’aggiunta di qualche tratto più orientale, con un certo ricordo di titoli come Muramasa. A caratterizzare ancor più l’elemento visivo intervengono tanti piccoli lavori del motore grafico, come quando fa fluidamente ondeggiare al vento i capelli di Aurora. Le musiche completano la composizione, contribuendo ad immergere il videogiocatore nella terra incantata di Lemuria, coi loro toni evocativi. Un poco ripetitivo, invece, il battle theme principale.

Tecnicamente valido ed artisticamente notevole, Child of Light offre al videogiocatore una semplice ma toccante storia di crescita ed amicizia, narrata come se fosse la fiaba di qualche tradizione popolare. La sua longevità è inferiore alla media dei titoli ruolistici, ma perfettamente in linea col prezzo contenuto al quale viene proposto.


Share |

di Francesco Toniolo

Child Of Light Child Of Light

Trailer di lancio di Child of Light

Video che racconta l'incipit di Child of Light

L'uomo dietro al videogame

Child Of Light

Patrick Plourde ha lavorato come creative director in alcuni dei più importanti giochi di Ubisoft, tra cui Assassin's Creed e Far Cry. Grande estimatore della scena indie con Child of Light ha però voluto dimostrare come sia possibile creare un ottimo videogame anche senza i grandi budjet delle mega-produzioni.

Medaglie

Medaglia Consigliato da GameSearch.it

Consigliato da GameSearch.it

Child of Light è un gioco di ruolo coinvolgente, evocativo, non particolarmente longevo ma in grado di emozionare.

Medaglia Pensatore

Pensatore

Sfruttando gli stilemi classici delle fiabe Child of Light è da considerarsi un inno alla crescita e all'amicizia.

GameSearch.it per i genitori

PEGI 7 PEGI Paura - Gioco che può allarmare o spaventare i bambini PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.