Credono
nella nostra mission:

The Talos Principle

Medaglia Pensatore Medaglia Allena la mente

Già disponibile per PC, arriva su PlayStation 4 The Talos Principle, un puzzle game a sfondo filosofico che ci farà pensare, in tutti i sensi. E per l’occasione include anche l’espansione Road to Gehenna, per un pacchetto da veri intenditori.

UN LATO ORDINARIO
Quando si viene al mondo non ci sono istruzioni. Figuriamoci se siamo soli, al mondo. E’ proprio quello che accade in The Talos Principle. Impersoniamo un robot e nei primi minuti saremo liberi di esplorare i resti di quella che sembra un’antica città greca disabitata. Dopodiché la voce calma ma potente di un certo Elohim si presenta come il nostro creatore e ci chiede di superare degli enigmi per recuperare le chiavi per avere accesso a prove sempre più difficili. Perché The Talos Principle è un puzzle game, in primis. Con visuale in prima o in terza persona dovremo avventurarci all’interno delle varie stanze e risolvere enigmi ambientali accendendo interruttori, unendo raggi luminosi, spostando blocchi e utilizzando dei disturbatori per bloccare le minacce che incontreremo sul percorso. All’inizio i rompicapi saranno di facile soluzione, per poi diventare a mano a mano più sfaccettati. Ce ne sono 120 in tutto, a cui si aggiungono quelli dell’espansione Road to Gehenna inclusa nella Deluxe Edition.
A speziare la formula troveremo un puzzle nel puzzle: una volta raccolte una serie di chiavi dello stesso colore dovrete disporle nell’ordine corretto per aprire le porte, in stile Tetris. Finché le matrici sono quelle piccole delle prime decine di livelli, tutto bene. Ma più si prosegue, più le matrici diventano grandi e più pezzi bisogna disporre nell’ordine corretto.

UN LATO STRAORDINARIO
E’ un puzzle game, cosa potrebbe esserci di nuovo? E invece questa degli enigmi è forse la parte meno intrigante. Ciò che ci terrà incollati fino alla fine del gioco - e per molte ore anche quando non giocherete - sarà tutto il resto. Sì, perché The Talos Principle è intriso di filosofia, storia, quesiti irrisolti riguardanti l’umanità che ci faranno pensare molto più degli stessi enigmi. Centrale alla vicenda è lo stesso Elohim. Da come si presenta sembra essere il creatore del mondo in cui ci muoviamo. E come il creatore diede un mondo ad Adamo ed Eva precludendone solo la mela, così Elohim vi offre livelli esplorabili liberamente, ma con l’avviso di non salire sulla torre che troneggia nell’area principale.
Gli obbediremo oppure faremo di tutto per salire? E cosa ci sarebbe sulla torre di tanto importante che non si può vedere né toccare? Ecco, questo è il primo quesito che ci porremo. Oltre a quello generico del “chi sono, da dove vengo e dove sto andando” a cui potremo rispondere solo approfondendo le vostre conoscenze tramite dei terminali che fungono da immensa biblioteca sul passato. E così, fra mille letture, domande, email, ci accorgeremo di trovarci di fronte ai grandi quesiti della vita. Da robot (guarda caso, il Talos del titolo è proprio un 'automa' della mitologia greca) nel gioco verremo interrogati su cosa sia l’umanità. Su quale sia il destino della civiltà. Di certo si tratta di domande inconsuete per un puzzle game. E proprio in questo sta il bello di The Talos Principle

Fra puzzle e filosofia, questo gioco è ricco di contenuti e non ci stancheranno finché non l’avremo portato a termine. Alcuni enigmi ci porteranno via più tempo del previsto, ma senza frustrazione, perché potremo passare eventualmente all’enigma successivo. Peccato che questa Deluxe Edition non abbia goduto della cura che ci saremmo aspettati sul piano tecnico. Non è solo la grafica e la fluidità discutibile che potrebbero far storcere il naso. I controlli, ad esempio, non sempre sono precisi soprattutto nel puntamento degli oggetti. Il gioco che abbiamo ricevuto per la prova, inoltre, è completamente in inglese, sia nel parlato, sia nei sottotitoli. Ma si tratta tutto sommato di piccole mancanze che nulla tolgono alla profondità di questo gioco. Nè a quella ludica, né a quella psicologica.

Share |

di Raffaele Cinquegrana

The Talos Principle The Talos Principle The Talos Principle The Talos Principle The Talos Principle The Talos Principle The Talos Principle The Talos Principle

Il principio si Talos

Tra puzzle ed esplorazione in The Talos Principle

L'uomo dietro al videogame

The Talos Principle

Jonas Kyratzes è il co-creatore, insieme a Tom Jubert, di The Talos Principle e di molti altri videogame, tra cui la serie The Lands of Dream (ideata insieme alla moglie Verena).
Nato in Germania e cresciuto in Grecia, parte dei suoi lavori si ispirano a William Blacke, poeta ed artista inglese (1757-1827).
Vive attualmente in Germania dove coltiva la sua passione per il cinema e dove continua il suo lavoro nel mondo dei videogame, sia con progetti su commissione, sia con lavori indipendenti.
Per altre informazioni è possibile consultare il suo sito web personale.

Medaglie

Medaglia Pensatore

Pensatore

Giocando a The Talos Principle ci troveremo a riflettere, oltre che sugli enigmi, sul significato della vita, sulla nostra civiltà e su cosa ci può attendere in futuro.

Medaglia Allena la mente

Allena la mente

The Talos Principle è anche un puzzle-game con diversi e stuzzicanti enigmi ambientali. La curva di difficoltà è ben bilanciata e non si nega neppure alcuni omaggi al famoso Tetris.

GameSearch.it per i genitori

PEGI 7 PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.