Credono
nella nostra mission:

Oddworld: Abe's Exoddus

Medaglia Pensatore

Dopo l’uscita di Abe's Odyssee, titolo che ha ricevuto un ottimo riscontro da parte di pubblico e critica, nel 1998 arriva il seguito chiamato Oddworld: Abe's Exoddus, divenuto nuova prerogativa della console PlayStation e dei PC.
Vediamo come continuano le avventure di Abe dopo la liberazione dei Mudokon dai Mattatoi Ernia.

SPIRITI E OSSA
Abe viene accolto da una folla di Mudokon in festa ma proprio durante i festeggiamenti il nostro simpatico pasticcione inciampa e sbatte la testa.  Da questo incidente scaturiscono però delle strane visioni: alcuni spiriti informano il nostro eroe che le azioni sconsiderate dei Glukkon minacciano ancora la sua specie.
Infatti dallo stabilimento Tempesta d'Anime vengono inviate intere squadre di Mudokon accecati per raccogliere nelle miniere Necrum (le sacre tombe dei Mudokon) delle preziose ossa che, una volta sbriciolate, permettono di creare la nuova bibita del momento: la Tempesta d'Anime.
La famosa bevanda viene anche regalata agli stessi Mudokon (ignari della sua origine) che ne diventano assuefatti, rendendoli schiavi dello stabilimento Tempesta d'Anime, e rimpolpando le schiere di lavoratori nelle fabbriche.
Toccherà nuovamente ad Abe risolvere la situazione e salvare il suo popolo.

TRA VECCHIE GLORIE E NUOVE SCOPERTE
Pur mantenendo inalterata la formula originale (il titolo in esame è ancora un platform con elementi stealth e alcuni puzzle) le caratteristiche che hanno reso Oddworld: Abe's Odyssee un capolavoro vengono rivedute e migliorate in Oddworld: Abe's Exoddus.
I dialoghi, grande peculiarità del titolo precedente, offrono adesso nuovi modi di approcciarsi ai Mudokon dotati di vari stati d’animo. Potremo quindi consolare i nostri compagni, schiaffeggiarli quando sono sotto l’effetto del gas esilarante o tranquillizzarli quando arrabbiati.
Dovremo inoltre riservare una particolare attenzione per quei Mudokon ciechi, che, non potendo notare i pericoli lungo il cammino, si rivelano soggetti alle morti più assurde.
Il nostro potere segreto, il canto, in questo nuovo episodio ci permette di prendere il controllo, oltre che degli Slig, anche di quasi tutte le altre razze: finalmente i Paramiti, gli Scrub e i Glukkon non potranno più resistere al nostro controllo. Grazie a questi nuovi personaggi comandabili ci troveremo ad affrontare una nuova serie di puzzle ambientali interessanti e ben congeniati.

IL POTERE DI UN PETO
Altra singolare feature di Abe, il peto, già presente nel capitolo precedente (anche se totalmente inutile), in questo nuovo episodio acquista maggiore importanza.
Infatti, dopo aver bevuto una bibita Tempesta d'Anime, Abe può emettere un peto speciale, una nuvola di gas esplosiva di cui potremo poi prendere il controllo tramite il canto.
Ci troveremo quindi a risolvere puzzle o eliminare i nemici comandando questa nuvola maleodorante, che, una volta rilasciatone il controllo, esploderà.

LA MAGIA DI ODDWORLD
Oddworld: Abe's Exoddus utilizza lo stesso motore grafico di Odyssee, ma non si può certo dire che gli sviluppatori si siano adagiati sugli allori.
Grazie ad una forte carica stilistica questo seguito migliora ulteriormente le ambientazioni sia in qualità che in quantità.
Vi sarà sempre la contrapposizione tra le ambientazioni forzatamente industrializzate e la natura sfrenata delle popolazioni tribali perfettamente integrate con la vegetazione.
Grande importanza viene data alle scene realizzate in computer grafica, che in  Oddworld: Abe's Exoddus acquistano una sottile ironia macabra grazie alle pubblicità presenti su un particolare canale televisivo diffuso nelle fabbriche dei Glukkon.

Così come il suo predecessore, anche Exoddus è stato riproposto su PSN come classico da scaricare. Inoltre ne è stato fatto un adattamento per GameBoy Color (chiamato Oddworld Adventures 2) piuttosto tagliato per adattarsi alle capacità del piccolo portatile Nintendo.

Oddworld: Abe's Exoddus è il secondo titolo della serie che sancisce definitivamente la qualità e la capacità del team Oddworld Inhabitants. Riprendendo e ampliando gli elementi che rendevano Oddworld: Abe's Odyssee un gioco degno di essere annoverato nelle classifiche mondiali, gli sviluppatori hanno dimostrato come si può non banalizzare un seguito.
La formula dei finali multipli permette ad ogni giocatore di decidere come affrontare di gioco, se impegnarsi in una sfida di una difficoltà elevata (anche se questa volta avremo dalla nostra un sistema rapido di salvataggi) o limitarsi a godersi il gameplay con una partita meno impegnativa.

Share |

di Mirko Di Pasquale

Oddworld: Abe's Exoddus Oddworld: Abe's Exoddus Oddworld: Abe's Exoddus Oddworld: Abe's Exoddus Oddworld: Abe's Exoddus Oddworld: Abe's Exoddus Oddworld: Abe's Exoddus Oddworld: Abe's Exoddus

Abe's Exoddus - Longplay (parte 1)

Prima parte della seconda avventura di Abe.

L'uomo dietro al videogame

Oddworld: Abe's Exoddus

Lorne Lanning nasce in America nel 1964. Inizia da prima a studiare fotografia a New York per poi dedicarsi all'animazione in un istituto d'arte a Valencia (California). Dopo l'incontro con la producer Sherry McKenna nel 1994 decide di fondare una compagnia di sviluppo videogame: la Oddworld Inhabitants.

Medaglie

Medaglia Pensatore

Pensatore

Sulla scia del capitolo precedente, anche Oddworld: Abe's Exoddus è una critica al mondo eccessivamente industrializzato. Un titolo che fa riflettere sullo sfruttamento degli esseri viventi.

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.