Credono
nella nostra mission:

Effetto di Massa - Fantascienza e Robot in Mass Effect

Il rapporto fra l’uomo e la macchina è un tema da sempre presente nella letteratura, risalendo fino agli automi dei miti classici. Le “creazioni seconde” hanno attraversato i secoli, attraverso una lunga sequela di fabbri, demiurghi e stregoni che infondevano la vita nella materia inanimata, generando ombre o doppi di loro stessi.
È col Novecento però, dopo una prima e decisiva svolta ottocentesca, che questa tematica si fa sempre più avvertita, fino a divenire uno dei cardini dell’intero secolo. La fantascienza diviene il naturale, seppur non unico, luogo espressivo di ansie, timori e speranze intorno alle ormai onnipresenti macchine. Nascono robot, androidi, cyborg e supercomputer galattici, affiancati da realtà virtuali e digitalizzazioni dell’esistenza. 

Nel frattempo arrivano i videogiochi. Questo nuovo medium si configura a sua volta come una ulteriore declinazione – concreta – del rapporto uomo-macchina, attraverso il suo binomio videogiocatore-videogioco. Una recente trilogia videoludica dall’ambientazione sci-fi, ricca di costrutti sintetici ed IA, è parsa quindi il terreno ottimale per sviluppare un discorso sull’argomento, viste le premesse. La trilogia in questione è quella di Mass Effect, sviluppata da BioWare, analizzata qui nella sua interezza (DLC, romanzi, fumetti, film d’animazione ed altro ancora). Il risultato è una analisi comparativa, di carattere tematologico, in cui Mass Effect dialoga di volta in volta con differenti opere letterarie e audiovisive della tradizione fantascientifica. Cinque sezioni costituiscono il nucleo dell’indagine, andando a declinare di volta in volta il tema generale sotto una luce specifica, dalle libertà individuali alle realtà virtuali. Due di queste sezioni riguardano in particolar modo la tradizione letteraria, lungo le produzioni di Isaac Asimov e Philip K. Dick. 2001: Odissea nello Spazio, film e romanzo, costituisce idealmente un ponte fra il capitolo letterario e quello sugli audiovisivi, completato da altre due sezioni su Matrix e Battlestar Galactica. Si è cercato al tempo stesso di includere nella trattazione altre opere videoludiche che, per un motivo o un altro, fossero vicine ai temi individuati. Le macro sezioni presentate offrono anche, in chiusura, un ulteriore ampliamento dell’argomento, che vada a ricollegarsi ad altre opere di differenti media, come Bioshock, Avatar o i romanzi di DOOM. Una breve nota conclusiva segnala infine ulteriori possibili indagini intorno all’argomento, mostrando anche – una volta di più – perché Mass Effect sia una rappresentazione emblematica del rapporto uomo-macchina.

Effetto di Massa, il titolo del saggio, non è solamente la traduzione italiana del nome che porta il videogioco analizzato. Un ‘effetto di massa’ è stato infatti anche quello prodotto dal videogioco stesso, in positivo ed in negativo (celebri sono le controversie sul finale della trilogia, di cui il saggio offre un piccolo spaccato). Ma soprattutto un ‘effetto di massa’ è la molteplicità relazionale possibile fra il mondo organico ed il mondo sintetico, presente tanto in Mass Effect quanto in tutta la produzione del XX e XXI secolo, letteraria o cinematografica o videoludica che sia.

Pubblicato da TraRari Tipi e con una copertina appositamente disegnata dal game artist Filippo Scaboro, il saggio Effetto di Massa. Fantascienza e robot in Mass Effect è stato presentato per la prima volta alla Milan Games Week 2014. Attualmente è acquistabile durante gli eventi di GameSearch, oppure contattando direttamente la nostra redazione compilando l'apposito modulo. A breve sarà disponibile anche in alcune librerie, ed in futuro sarà direttamente acquistabile su GameSearch.it.


Share |

di La redazione

Effetto di Massa - Fantascienza e Robot in Mass Effect Effetto di Massa - Fantascienza e Robot in Mass Effect

Intervista a Francesco Toniolo

Francesco Toniolo ci parla di Effetto di Massa.

Nota sull'autore

Effetto di Massa - Fantascienza e Robot in Mass Effect

Francesco Toniolo nasce nel 1990 e fin da piccolo si appassiona al mondo dei videogame, fumetti e fantascienza. Ha conseguito con lode la laurea magistrale in Filologia Moderna presso l'Università del Sacro Cuore di Milano con una tesi di letterature comparate sulle relazioni uomo-macchina in Mass Effect.
Ha scritto anche un saggio in chiave filosofica dedicato a Ico e uno sul recupero della performance teatrale in Paper Mario e il Portale Millenario, pubblicati rispettivamente su Parol e su Comunicazioni Sociali.
Per finire Francesco Toniolo è redattore di GameSearch.it.

Medaglie

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.