Credono
nella nostra mission:

Queste Anime Oscure - Da Demon’s Souls a Bloodborne: incursioni, escursioni, suggestioni

Queste anime oscure (titolo completo Queste anime oscure. Da Demon’s Souls a Bloodborne: incursioni, escursioni, suggestioni) è un saggio di Francesco Toniolo, uscito a fine 2015 per TraRari Tipi, in cui vengono analizzati differenti aspetti di quella ‘serie allargata’ di From Software: Demon’s Souls, Dark Souls, Dark Souls II e Bloodborne.

Il libro è composto da tredici differenti capitoli, ciascuno dei quali è un piccolo saggio, in una certa misura autonomo, su un determinato aspetto dei videogiochi trattati. L’ordine dei capitoli segue quello di uscita dei videogiochi, da Demon’s Souls a Bloodborne, ma – come indicato nell’introduzione – è possibile seguire anche differenti ordini di lettura, se si preferisce, suddividendo i materiali non cronologicamente ma tematicamente. Si potrebbe allora costruire una sezione dedicata ai personaggi (singole figure o categorie), una dedicata agli spazi, ed una dedicata alle meccaniche.

Seguendo la suddivisione “per videogioco”, invece, i primi due capitoli del libro sono dedicati a Demon’s Souls. Uno di questi analizza la “santa impurità” di Astraea, in un binomio a modo suo rappresentativo della serie; il secondo è dedicato alla difficoltà del videogioco, nelle differenti accezioni con cui può essere intesa. Dei quattro capitoli su Dark Souls, invece, uno rientra nell’analisi spaziale (il concetto di verticalità e di centro), altri due recuperano diverse tematiche a partire da specifici personaggi (il mito del ragno e lo stupore per la Fair Lady, il senso del tragico per Solaire) mentre con l’ultimo della serie si ritorna fra le meccaniche, parlando di armi e statistiche. Prevale la spazialità a proposito di Dark Souls II, con un capitolo sulle soglie e uno sull’incertezza della dimensione cronotopologica del videogioco, intervallati da un terzo capitolo sulla regalità, declinata in differenti figure. Ultima sezione è quella su Bloodborne, con un capitolo sugli echi lovecraftiani, uno sul valore antropologico del sangue e delle anime, uno sulla peste e la folla in relazione ai Promessi Sposi (con una piccola annotazione sul senso del “classico”) e infine una panoramica sui lupi mannari, con riferimento particolare a un romanzo di Carlton Mellick III. A quest’ultimo capitolo, unito a una breve nota conclusiva, spetta il compito di tirare le – parziali – conclusioni di un lavoro che rimane comunque una campionatura, una panoramica su differenti e singolari aspetti di questi videogiochi. Altre tematiche secondarie sono di volta in volta incluse nei vari capitoli. Completano il testo una premessa di Rosy Nardone, in apertura, e in chiusura bibliografia, ludografia e filmografia. In quest’ultima sono stati inseriti anche altri audiovisivi, nella forma di video di YouTube, ricordati per come questa produzione dal basso abbia generato numerose e talvolta molto particolareggiate analisi della lore di questi videogiochi.

E' possibile acquistare Queste Anime Oscure di Francesco Toniolo contattando GameSearch.it attraverso il seguente modulo online.

Share |

di La redazione

Nota sull'autore

 Queste Anime Oscure - Da Demon’s Souls a Bloodborne: incursioni, escursioni, suggestioni

Francesco Toniolo, nato nel 1990, ha conseguito con lode la laurea magistrale in Filologia Moderna presso l'Università del Sacro Cuore di Milano, con una tesi di Letterature Comparate sulle relazioni uomo-macchina in Mass Effect. Attualmente è dottorando presso la stessa università.
Ha scritto, oltre ad alcuni saggi su rivista e altri testi, il libro Effetto di Massa. Fantascienza e robot in Mass Effect (TraRari Tipi, 2014), tratto dalla sua tesi, e Pixel fra le nuvole. Tra fumetti e videogiochi (Edizioni Imperium, 2015).
Per finire Francesco Toniolo è redattore di GameSearch.it.

Medaglie

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.