Credono
nella nostra mission:

Mortal Kombat: Legacy

Medaglia Consigliato da GameSearch.it

La serie di film dedicati a Mortal Kombat viene bruscamente interrotta dopo il flop di Mortal Kombat: Distruzione Totale, pellicola bocciata da pubblico e critica. Nel 2010 però Il giovane regista americano Kevin Tancharoen pubblica su You Tube un cortometraggio (chiamato Mortal Kombat: Rebirth) con l’intento di invogliare Warner Bros a concedergli i diritti per portare nelle sale cinematografiche un nuovo film ispirato al picchiaduro creato da Ed Boon.
Warner Bros non se la sente di rischiare, ma il successo del cortometraggio spinge la nota casa di produzione statunitense a tentare la strada della web-series.
Hanno così il via le riprese e nel Settembre 2011 Mortal Kombat: Legacy viene rilasciato su You Tube attraverso il canale Machinima.

Occorre precisare da subito che Legacy è una re-interpretazione originale della vicenda raccontata dal 1992 in Mortal Kombat. In alcuni casi ci saranno dei cambiamenti drastici rispetto a quanto visto nel videogame, come ad esempio il personaggio di Raiden che qui ritroveremo rinchiuso in un ospedale psichiatrico.
In generale si è tentato di dare un tocco meno fantasioso in modo da esplorare in ogni episodio (9 in totale) il dramma (è proprio il caso di dirlo) e le pericolose vicissitudini che i guerrieri di Mortal Kombat hanno vissuto prima diventare i protagonisti del torneo.
Il realismo ricercato in Mortal Kombat: Legacy ha toni cupi, disperati, ma la necessità di concentrare il tutto nei dieci minuti di cui è composto ciascun episodio rende la narrazione veloce ed accattivante.
I puristi potrebbero non apprezzare alcune scelte coraggiose (come il riferimento a Raiden accennato prima) ma sicuramente anche loro troveranno difficile riuscire a non guardare l’intera serie tutta d’un fiato.
Azzeccata la scelta degli attori esperti di arti marziali, la realizzazione delle scenografie e gli effetti speciali (ovviamente non mancano le Fatality). In particolare davvero spettacolare lo scontro dei cyborg Sektor e Cyrax nell’ultimo episodio.

Mortal Kombat: Legacy è una sorpresa. Ci si aspetta qualcosa di ben fatto ma tradizionale, invece ci si ritrova a guardare una serie che riserva che propone qualche innovazione.


Share |

di Emanuele Cabrini

Trailer di Mortal Kombat: Legacy

Visualizza la prima stagione sul canale You Tube di Machinima.

Nota sul regista

Mortal Kombat: Legacy

Kevin Tancharoen nasce nel 1984 a Los Angeles. Prima di dedicarsi alla regia ha collaborato come ballerino e coreografo con alcune delle più celebri star della musica pop di fine anni '90, inizio XXI° secolo, tra cui Madonna e Britney Spears.

Medaglie

Medaglia Consigliato da GameSearch.it

Consigliato da GameSearch.it

GameSearch.it per i genitori

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.