Credono
nella nostra mission:

Dynamite Headdy

Medaglia Consigliato da GameSearch.it

Versione Wii Shop Channel - Dynamite Headdy [Vitual Console]

Torniamo nell’estate del 1994, quando l’era del Mega Drive è ormai sulla via del tramonto, e Sega affida alla Treasure il compito di sfornare una delle ultime perle per il famoso 16-bit. Il risultato è Dynamite Headdy, un platform oggi non particolarmente rinomato, ma che all’epoca ha saputo conquistare la critica.

UN PUPAZZETTO SPECIALE

Il protagonista di questo colorato videogame si chiama proprio Dynamite Headdy, un pupazzo dall’aspetto grintoso capace di utilizzare la sua testa (e le sue numerose varianti) come arma con cui sconfiggere i seguaci di Dark Demon, una malvagia marionetta che sta cercando di soggiogare tutto il mondo dei pupazzi.
L’avventura inizia quando, poco prima di andare in scena sul palco del Treasure Theater per il consueto show, lo spettacolo di Headdy viene compromesso da Trouble Bruin, un altro nemico geloso del successo e delle doti del nostro simpatico alter-ego.

NON CI SI ANNOIA MAI
La cosa che più stupisce di Dynamite Headdy è la grande varietà di situazioni: principalmente il titolo Treasure è un platform game, ma ogni livello è disseminato di sezioni e numerosi bonus-stage che (talvolta) prendono ispirazione da altri generi e che contribuiscono a rendere più dinamica l’esperienza di gioco.
L’atmosfera generale è sempre strampalata (in senso buono) e allegra, complice anche i tanti tipi di power-up (ben diciotto) che, come dicevamo, modificano la testa di Headdy cambiando il tipo di attacco a disposizione e dando talvolta vita a situazioni tanto assurde quanto divertenti; occorre inoltre prestare attenzione al power-up che andremo a scegliere, cercando di adoperare quello più consono al contesto.
Dynamite Headdy è anche un titolo piuttosto longevo, complice il livello di difficoltà medio/alto e la generosa quantità di livelli.

TUTTI IN SCENA!
Graficamente il lavoro svolto dagli sviluppatori è di ottimo livello: le ambientazioni (tutte disegnate come fossero sceneggiature di uno spettacolo teatrale, con tanto di impalcature e altri strumenti del mestiere) sono varie, colorate, estremamente dettagliate ed impreziosite da molti effetti speciali; stesso discorso per gli sprite che si muovono sullo schermo, con una nota di merito per i boss (alcuni dei quali di dimensioni generose).
L’aspetto sonoro è forse quello che avrebbe meritato maggiore attenzione: buone le musiche, ma alcuni effetti (le esplosioni) potevano essere migliori.

NON SOLO 16-BIT
Dynamite Headdy è stato pensato per il Mega Drive, ma il gioco è uscito anche su Game Gear e Master System (quest’ultimo solo per il mercato Brasiliano). Nel 2007 è stato inoltre inserito nella Virtual Console di Nintendo.

Treasure ha confezionato uno dei migliori platform della softeca di metà anni novanta. Vario, divertente, longevo e con un comparto tecnico ben realizzato, Dynamite Headdy merita oggi di essere preso in considerazione da tutti gli appassionati di retrogame.

Share |

di Emanuele Cabrini

Dynamite Headdy Dynamite Headdy Dynamite Headdy Dynamite Headdy

Dynamite Headdy - Longplay

Headdy entra in scena per sconfiggere Dark Demon.

L'uomo dietro al videogame

Dynamite Headdy

Masato Maegawa è il fondatore di Treasure, software house che, partendo 1992, ha prodotto numerosi videogame tra i quali sono da ricordare Gunstar Heroes, Dynamite Headdy, Alien Soldier, Radiant Silvergun e Ikaruga.
Per Dynamite Headdy, Masato ha svolto principalmente il ruolo di main programmer.

Medaglie

Medaglia Consigliato da GameSearch.it

Consigliato da GameSearch.it

Dynamite Headdy propone una sfida non alla portata di tutti, ma è ancora oggi un ottimo esempio di varietà di gameplay e uno dei migliori platform 2D a 16-bit.

GameSearch.it per i genitori

PEGI 7 PEGI Paura - Gioco che può allarmare o spaventare i bambini PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.