Credono
nella nostra mission:

Call of Duty: Modern Warfare 3

Sviluppato da Infinity Ward, Sledgehammer Games e Raven Software, pubblicato da Activision, e uscito sul mercato europeo nel Novembre 2011,  l’ottavo capitolo della serie Call of Duty (il terzo ambientato nei teatri di guerra contemporanei) non offre particolari innovazioni.

Nel single player, costituito da una quindicina di missioni in giro per il mondo, impersoneremo diversi soldati di squadre d’elite.
La storia, se di vera storia si può parlare, prende avvio dalla conclusione di Modern Warfare 2: i russi sferrano un attacco decisivo al cuore stesso dell’America,  sbarcando con decine di navi nel porto di Manhattan e  conquistando Wall Street come simbolo del capitalismo americano.

Durante la prima missione del gioco dovremo farci strada con la nostra squadra fino alla sede della Borsa, attraversando le vie di New York in un clima da apocalisse: macchine distrutte, carri armati, missili che frantumano i grattacieli.
L’azione  non lascia tregua: giunti a Wall Street saliamo sul tetto per distruggere un antenna radio, fuggiamo in elicottero, inseguiti dai nemici, arriviamo al porto e ci intrufoliamo in un sottomarino nemico, cambiamo i codici di lancio dei missili e terminiamo la missione con un altro inseguimento a bordo di un motoscafo tra le corazzate, con lo sfondo dei grattacieli in fiamme.

Dopo la prima ora di gioco la statistica dice che abbiamo già completato il 12% dell’intera campagna in single player, quindi la longevità di MW3 si attesta sugli stessi livelli irrisori dei precedenti capitoli (cinque-sei ore).
Anche se non particolarmente difficili, le missioni in singolo offrono una gran varietà di ambientazioni realizzate con cura e precisione (anche se poi l’obiettivo rimane nella gran parte dei casi quello di raggiungere un punto prestabilito senza farsi ammazzare): da Parigi a Londra, da Berlino a Praga, dall’India all’Africa, fino agli Emirati Arabi.
La storia che lega e giustifica questa varietà di locazioni è come al solito banale: poco più di un pretesto per inscenare battaglie spettacolari in luoghi suggestivi e facilmente riconoscibili.

Bisogna tuttavia specificare che il valore di CoD, non tanto qualitativamente innovativo, quanto di apprezzamento da parte di un vasto pubblico di appassionati, non risiede tanto nella campagna in singolo, che appare sempre di più come un extra, qualcosa di accessorio inserito per rendere più appetibile la confezione: ciò che conta sono le sfide del multipleyer online che coinvolgono migliaia di utenti nel mondo, oltre ai 16 livelli di Spec Ops, missioni affrontabili in singolo o in compagnia di un amico (sia che si giochi a schermo diviso, sia che si giochi  online, le  Spec Ops sono progettate per la cooperazione tra giocatori).

Punti di forza del gioco sono sicuramente il buon livello di realizzazione tecnica e l’ottimo gameplay, sia nei movimenti dei personaggi sia nel feeling con le diverse armi che dovremo maneggiare (caratteristiche a cui la serie ci aveva già abituati).
Il gioco tutto sommato non deluderà gli appassionati del genere, riproponendo, con una veste grafica di tutto rispetto la stessa  formula ormai collaudata da anni.
Call of Duty MW3 è infatti un must per gli appassionati di fps bellici; i numeri, d’altra parte parlano chiaro: 775 milioni di Dollari di incassi solo nei primi cinque giorni di vendita.
Per un titolo che ogni volta alla sua uscita crea tanto entusiasmo e tanta attesa da parte di milioni di persone nel mondo, sarebbe stato preferibile maggiore coraggio di innovazione.
O forse è proprio per questo che Call of Duty rimane sempre identico a se stesso?

Share |

di Francesco Di Jorio

DBGames

Gioco gentilmente offerto da

Call of Duty: Modern Warfare 3 Call of Duty: Modern Warfare 3 Call of Duty: Modern Warfare 3 Call of Duty: Modern Warfare 3

GameSearch.it per i genitori

PEGI 18 PEGI Linguaggio scurrile - Gioco che contiene espressioni volgari PEGI Online Game PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.