Credono
nella nostra mission:

Dead Space 2

Pochi giochi riescono oggi a trasmettere quel senso di tensione e claustrofobia, lo spavento improvviso, la suggestione di un’ambientazione sempre sospesa tra il silenzio e l’imminente assalto dei mostri, insomma la coinvolgente immersività che è in grado di creare l’atmosfera di Dead Space.

Sviluppato da Visceral Games, Dead Space 2, disponibile per PlayStation 3 (versione provata), PC e Xbox360, è il sequel di quel primo capitolo che più di due anni prima (Dead Space è uscito nell’Ottobre del 2008) aveva entusiasmato pubblico e critica, mescolando sapientemente il survival horror allo sparatutto in terza persona.
Tre anni dopo gli eventi della Ishimura, Isaac si risveglia nell’ospedale della stazione spaziale Titan, in orbita intorno a Saturno; cavia di strani esperimenti segreti, cui è sottoposto insieme ad altri per essere stato a contatto con il Marchio, riesce, dopo un attacco improvviso di necromorfi, a scappare, ancora imprigionato nella sua camicia di forza.
Inizia così la fuga attraverso la stazione spaziale, tra gente che scappa, urla e pianti, percorrendo gli appartamenti deserti e distrutti, i negozi devastati, un asilo spettrale (uno dei loghi più inquietanti che si siano mai visti) e altri luoghi, tra cui laboratori e miniere, ma anche la nostra vecchia Ishimura messa in quarantena.
Assaltato da schiere di necromorfi che scivolano fuori dai condotti o sorprendono alle spalle (a cui sarà necessario, come nel primo capitolo, mirare agli arti), Isaac dovrà combattere anche contro un male più oscuro, una sorta di demenza che lo disorienta e gli fa avere strane e spaventose visioni di Nicole, la sua fidanzata morta.
Non si svelerà nient’altro di una trame lunga 15 capitoli  e molto articolata, che ci porterà a conoscere vari personaggi (tra cui la bellissima Ellie, una fuggitiva come noi, con cui dovremo collaborare), e ad avere contro anche l’esercito.

Poche le novità di Dead Spece 2 rispetto al primo capitolo; viene utilizzato lo stesso motore grafico, e mantenuti inalterati il  gameplay, la  gestione dei menù, i potenziamenti, il tipo di armi  e i nemici.
Attraverseremo ancora zone all’aperto in cui dovremo tenere d’occhio la nostra riserva di ossigeno, e zone a gravità zero, dove non ci limiteremo a rimbalzare da una parete all’altra, ma potremo letteralmente volare regolando la potenza di spinta dei reattori situati sulle scarpe dell’armatura.
Potremo utilizzare ancora la telecinesi per spostare oggetti, e questa volta raccogliere gli arti appuntiti dei nemici morti e scagliarli contro quelli in arrivo, impalandoli alle pareti.
Più utile che mai si rivelerà la stasi, la possibilità cioè di rallentare i nemici, specie in quelle stanze in cui ci verremo assaltati da ogni lato.

Poche le novità insomma, in un gioco tuttavia di ottimo livello: atmosfere inquietanti, con alcune suggestioni stranianti che ricordano i primi episodi di Silent Hill, e una buona intelligenza dei nemici, offriranno un alto livello di sfida soprattutto in modalità difficile.
Inoltre, a differenza del capitolo precedente, Dead Space 2 , oltre alla modalità single player, include il multiplayer che permette di affrontare online altri giocatori.
Solo nella versione per Playstation 3 è incluso anche il gioco completo Dead Space: Extraction, prequel del primo episodio uscito nel 2009 per Wii, e compatibile con Playstation Move.

Share |

di Francesco Di Jorio

Dead Space 2 Dead Space 2 Dead Space 2 Dead Space 2

Videogame Correlati

Narrativa

GameSearch.it per i genitori

PEGI 18 PEGI Linguaggio scurrile - Gioco che contiene espressioni volgari PEGI Online Game PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.