Credono
nella nostra mission:

Fight Night Round 4

Nel 2009 la “Nobile Arte” approda finalmente nei lidi dell’alta definizione con il quarto capitolo della serie Fight Night Round, sviluppato da Electronic Arts per le piattaforme Xbox 360 (versione provata) e Playstation 3.
Anche se non esenti da qualche difetto, a partire dal 2004 tutti i capitoli di questa saga si sono distinti per la cura riposta nell’interpretare (in chiave ludica) le complicate meccaniche di questo sport. Questa volta siamo finalmente di fronte al videogioco di boxe definitivo?

UNO SCONTRO FRA TITANI
L’immagine che fa da sfondo alla schermata del titolo pone di fronte due grandi campioni: Muhammad Ali e Mike Tyson.
E’ chiara dunque la possibilità confrontarci fin da subito con i più forti lottatori di sempre ed infatti, una volta premuto il tasto start, tra le diverse modalità a nostra disposizione troveremo in bella vista la “Fight Now” la quale, senza perdere tempo, ci permetterà di scegliere una delle 48 leggende del pugilato e salire subito sul ring.
Ma il cuore pulsante di Fight Night Round 4 è la modalità “Legacy” grazie alla quale vivere virtualmente la carriera di un pugile, dall’esordio al ritiro.
A questo punto potremo di nuovo scegliere se impersonare uno dei già citati campioni, oppure se creare il nostro alter-ego dal nulla. In questo caso l’editor è davvero ben realizzato e ci permetterà di personalizzare oltre alle fattezze (viso, calzoncini, paradenti e altro ancora) anche i movimenti e lo stile di lotta.
Oltre alla categoria di peso dovremo prestare attenzione alle attitudini del nostro nuovo boxeur in modo da farle coincidere con lo stile di combattimento che abbiamo intenzione di adottare, come ad esempio un’ impronta più “energetica” (colpi molto potenti), “sfuggente” (buona resistenza e velocità nel gioco di gambe) o “eretta” (per chi ama stare sulla difensiva).

CI VUOLE CERVELLO
Scegliere le giuste caratteristiche è fondamentale vista la grande intelligenza artificiale degli avversari. Se in passato in molti casi non era particolarmente difficile trovare delle falle nella loro difesa, ora durante l’incontro li vedremo coprirsi e reagire con criterio ai nostri colpi, cambiando strategia e mettendoci più volte in difficoltà.
Durante i match dovremo inoltre tenere in considerazione i livelli di salute, stamina e difesa (rappresentati da tre barre colorate) che influiranno pesantemente sulle nostre prestazioni: sferrare pugni a ripetizione o ricevere troppi colpi all’addome ci farà esaurire la resistenza ritrovandoci a compiere movimenti lenti e poco precisi; andare allo sbaraglio dimenticandoci di coprirci o di schivare renderà il nostro pugile un facile bersaglio da mandare al tappeto in men che non si dica. Fortunatamente al termine di ogni round ci verranno assegnati dei punti da spendere per recuperare parzialmente le energie perdute.
Fight Night Round 4 è quindi un titolo con una forte componente simulativa e, come nella boxe reale, se si vuole ottenere dei risultati occorre studiare attentamente l‘avversario, giocando con calma ed intelligenza.

MOVE YOUR BODY!
Il sistema di controllo coglie impreparato chi è abituato ai picchiaduro più tradizionali (in stile Tekken). In questo caso per imparare i comandi ed acquisire una certa disinvoltura (così da bloccare o schivare al momento giusto) richiede tempo e pazienza.
In Fight Night Round 4 porteremo i colpi simulando i movimenti delle braccia con lo stick analogico destro, mentre quello sinistro lo impiegheremo per spostarci sul ring. Combinando sempre la leva sinistra con la pressione dei tasti dorsali avremo modo di alzare la guardia oppure muovere il bacino per disorientare l’avversario. Con gli altri tasti è possibile eseguire un clinch, spintonare, portare un colpo sleale (attenzione alle penalizzazioni) o un Haymaker, ovvero un pugno particolarmente devastante da utilizzare con cautela, in quanto, oltre a consumare stamina, nel caso non vada a segno ci lascerà scoperti per qualche prezioso istante.
Uno dei pochi difetti del titolo targato Electronic Arts è l’eccessiva precisione richiesta nel muovere lo stick sinistro, al punto che, in alcuni casi, i colpi sferrati dal nostro pugile non corrisponderanno a quelli che avevamo pensato.

FA DAVVERO MALE!
Il salto nella nuova generazione lo si nota anche dal punto di vista grafico dove le migliorie rispetto al capitolo precedente sono decisamente evidenti: spariscono i difetti di compenetrazione poligonale, migliorano le collisioni, e la velocità dei match (un po’ lenti in FNR3) è stata incrementata.
I pugili sul ring sono quanto di più vicino alla realtà si sia finora visto in un picchiaduro, curati nei minimi dettagli, nella muscolatura, nelle proporzioni e nelle dimensioni, le quali questa volta influiscono pesantemente sul nostro modo di giocare, costringendoci (a seconda dei casi) a lavorare sulla corta, media o lunga distanza
.
Ottimi gli effetti sonori mentre le musiche in stile rap e hip-hop si adattano perfettamente al contesto.

Anche se ad una prima occhiata può non sembrarlo, in Fight Night Round 4 le movenze e le reazioni dei pugili sul ring, la profondità, lo studio e la tecnica richiesta durante gli incontri denotano un notevole passo in avanti rispetto al passato.
Queste caratteristiche, unite ai numerosi parametri e statistiche da tenere costantemente sotto controllo, rendono però il titolo di Electronic Arts più adatto agli appassionati di boxe o a chi adora in modo particolare le simulazioni sportive.
In questo caso Fight Night Round 4 si rivela una scelta consigliata, un titolo capace di soddisfare sia in single che in multiplayer.

Share |

di Emanuele Cabrini

Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4 Fight Night Round 4

GameSearch.it per i genitori

PEGI 16 PEGI Online Game PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.