Credono
nella nostra mission:

The Crew

Agli inizi c’erano i giochi di guida, la nostra auto contro le altre, guidate da una intelligenza artificiale più o meno avanzata, percorsi semplici e chiusi, pochi dettagli giusto per dare il senso di velocità. Poi l’introduzione dello schermo condiviso, le prime gare con gli amici e le prime riproduzioni di piste reali. Ecco arrivare infine i percorsi più aperti, auto della polizia ad inseguirci e le prime timide sfide online.
Con l’avanzare delle generazioni di console e con il naturale sfruttamento della tecnologia, anche i giochi di auto sono cresciuti e diventati sempre più complessi e fedeli alla realtà. Se la sfida contro altri giocatori online non è più una novità ecco però che con The Crew si va ad aggiungere una nuova feature: il social driving.
Premere sul pedale dell’acceleratore con il pad, comodamente seduti in casa e poi ritrovarsi in compagnia di altri amici che diventano compagni di squadra o rivali è quello che fa degli ultimi giochi di guida delle vere e proprie esperienze di social networking.
Giocatori costantemente connessi tra loro, percorsi non più chiusi ma racchiusi in un open world reso disponibile grazie alla potenza delle moderne macchine da gioco.

BORN IN THE USA
The Crew vanta una trama che prende spunto dalle produzioni cinematografiche (alla Fast and Furious, per intenderci): il protagonista deve, una gara dopo l’altra, infiltrarsi e guadagnarsi il rispetto di un  gruppo di automobilisti dediti al contrabbando di materiale illegale e raccogliere quante più informazioni possibili sui membri chiave. Non vogliamo svelare ulteriori dettagli sulla vicenda che, per quanto sia abbastanza classica come idea, nasconde diversi colpi di scena ed è tutto sommato narrata discretamente bene con filmati e conversazioni radio o telefoniche.
Il free roam è una delle principali caratteristiche di The Crew che mette a disposizione una enorme “fetta” del territorio Americano, ricostruito quanto più fedelmente possibile e guidabile per la sua interezza. Può così capitare che una partita si trasformi in una sorta di gita turistica: si abbandona la missione per lasciarsi suggestionare dal piacere di attraversare gli USA.

DI CHE “CREW” SEI?
Le auto vanno acquistate e personalizzate con l’avanzare del gioco. Visitando le città troveremo meccanici specializzati capaci di rendere ogni parte della nostra auto più performante; le fasi di personalizzazione nelle officine sono ben fatte e spettacolari da vedere ed è inoltre possibile testare la prestazioni prima di decidere se procedere o meno all’acquisto.
Il punto forte di The Crew è tuttavia il suo lato social: l’appartenenza a una diversa “Crew” (squadra) e la rivalità con le altre si fa molto sentire e rende le sfide più appaganti visto che dovremo competere contro altri umani e non contro la sola intelligenza artificiale.

RIGUARDO L’ESPERIENZA ONLINE
Come constatato durante la nostra prova della versione beta, anche nella versione finale abbiamo avuto qualche problema durante la connesione ai server del gioco. Tuttavia una volta risolti questi inconvenienti l’esperienza si è comunque rivelata ben solida e The Crew risulta godibile come deve essere.

In definitiva The Crew è un buon gioco a patto di accettare alcuni compromessi: la vastità della mappa probabilmente è un ostacolo che non permette un dettaglio grafico superlativo come possiamo ritrovare invece in altri giochi di auto (ad esempio Forza Motorsport 5). Questo inconveniente può essere un dettaglio trascurabile vista la natura prettamente arcade e social del titolo: se ci concentriamo su questi ultimi aspetti allora possiamo dire che l’esperienza offerta è di tutto rispetto.


Share |

di Filippo Scaboro

The Crew The Crew The Crew The Crew The Crew The Crew

La West Coast in The Crew

Uno sguardo a Los Angeles e al Golden Gate Bridge.

L'uomo dietro al videogame

The Crew

Julian Gerighty inizia a lavorare per Ubisoft nel 1999 occupandosi di marketing. Nel corso della sua esperienza ha poi ricoperto diversi incarichi, sia nel campo del business, sia nello sviluppo software.
Per The Crew ha svolto il ruolo di game director. Sul suo profilo Linkedin si legge che il gioco "it's made with love".

Medaglie

GameSearch.it per i genitori

PEGI 12 PEGI Linguaggio scurrile - Gioco che contiene espressioni volgari PEGI Online Game PEGI Violenza - Gioco che contiene scene di violenza

Per avere maggiori informazioni sul Pegi, per ricevere consigli che ti aiutino a scegliere il videogioco più adatto per i tuoi figli consulta la sezione GameSearch.it per i genitori.